Arriva il vaccino in forma di spray nasale

11 Settembre 2020
Arriva il vaccino in forma di spray nasale

È il primo di questo tipo, pensato per agire contro il Coronavirus.

Tra i tanti vaccini in corso di sperimentazione, ce n’è uno che si applica come uno spray da infilare nelle narici, tipo quelli per far passare il raffreddore. Buone notizie per gli «allergici» ad aghi e punture: a Hong Kong è stato dato l’ok ai test clinici per saggiare l’efficacia di uno dei tanti potenziali vaccini contro il Coronavirus. Ma questo è speciale: niente somministrazione endovenosa, si metterà come uno di quei medicinali che spruzziamo nel naso per alleviare alcuni sintomi influenzali.

È il primo candidato vaccino di questo tipo. La Hong Kong University, che ha lavorato al preparato artificiale in collaborazione con gli atenei di Xiamen e di Pechino, ha appena ricevuto il via libera dalle autorità cinesi, cioè dalla National medical products administration, per iniziare i primi test. Cominceranno a novembre. La sperimentazione sui volontari, il cui reclutamento è in corso, potrà contare su un tesoretto di 2,1 milioni di euro. Il trial avverrà, in una prima fase, su un campione di cento persone.

Come chiarito ieri dal direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Tedros Adhanom Ghebreyesus, sono 180 i vaccini contro il Covid-19 ai quali la scienza sta lavorando. Di questi, 35 si stanno già sperimentando sull’uomo. Ha scoraggiato, giorni fa, la sospensione dei test di uno dei candidati vaccini ritenuti più promettenti, quello di AstraZeneca – Oxford University, dopo la sospetta reazione avversa su uno dei volontari, nel Regno Unito. «È una sveglia per ricordarci che la ricerca ha alti e bassi: dobbiamo essere pronti e attenti, ma non scoraggiarci. Aspettiamo i dati del monitoraggio in corso per fare chiarezza», ha detto Soumya Swaminathan, scienziata capo dell’Oms ieri, in conferenza stampa a Ginevra.

Una volta reperito un vaccino efficace, il problema sarà quello della produzione delle dosi (ne abbiamo scritto ieri: Coronavirus, il vaccino potrebbe non bastare). Ghebreyesus, ieri, ha spiegato che servono ancora 35 miliardi di dollari per realizzare l’obiettivo del progetto Oms «Act Accelerator», iniziativa per raccogliere risorse da destinare al vaccino e ai test antiCovid, e produrre due miliardi di dosi di vaccino, 245 milioni di trattamenti e 500 milioni di test contro il Coronavirus.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube