Governo: stop valanga emendamenti a decreti legge, l’impegno con Napolitano 9 anni fa

12 Settembre 2020
Governo: stop valanga emendamenti a decreti legge, l’impegno con Napolitano 9 anni fa

Roma, 12 set. (Adnkronos) – Il governo vigili “affinché nel corso dell’esame parlamentare dei decreti legge non vengano inserite norme palesemente eterogenee rispetto all’oggetto e alle finalità dei provvedimenti d’urgenza”. Inoltre le Camere operino “in modo che l’attività emendativa si svolga in piena coerenza con i limiti di contenuto derivanti dal dettato costituzionale”. L’invito rivolto ieri dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, contestualmente alla promulgazione della legge di conversione del decreto legge semplificazioni, si aggiunge a quelli che anche i suoi predecessori, Giorgio Napolitano e Carlo Azeglio Ciampi, a partire dal 2002, quasi venti anni fa, rivolsero in passato con lettere inviate, come quella di ieri del Capo dello Stato, ai presidenti del Senato, della Camera e del Consiglio. Curioso che nove anni fa il governo e i capigruppo parlamentari di allora si erano impegnati con il Presidente Napolitano ad “attenersi d’ora in avanti al criterio di una sostanziale inemendabilità dei decreti-legge”.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube