Diritto e Fisco | Articoli

Reddito di cittadinanza: requisiti economici e patrimoniali

16 Settembre 2020
Reddito di cittadinanza: requisiti economici e patrimoniali

I cittadini privi di un lavoro e di una entrata economica possono ricevere una prestazione sociale erogata dallo Stato.

Sei inoccupato da molto tempo? Non hai un reddito e non riesci a mandare avanti la tua famiglia? Vuoi sapere se lo Stato può sostenerti dal punto di vista economico? La risposta a situazioni come la tua è nel Reddito di cittadinanza. Si tratta di una misura di protezione sociale introdotta da alcuni anni e fortemente voluta dal Movimento Cinque Stelle.

Ma quali sono i requisiti per il Reddito di cittadinanza? Come vedremo, tale misura è stata pensata per tutti coloro che non hanno un reddito da lavoro su cui poter contare. Tuttavia, il percettore del Reddito di cittadinanza deve collaborare in modo proattivo con i Centri per l’Impiego per trovare una occupazione.

Reddito di cittadinanza: cos’è?

Uno dei punti chiave del programma elettorale del Movimento Cinque Stelle era l’introduzione di una misura di protezione sociale universale che consentisse a tutti di “uscire dalla povertà”. A tale fine, non appena insediato al Governo, il Movimento ha approvato il Reddito di cittadinanza [1].

Tale prestazione economica viene definita dalla legge come una misura di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale.

Nella sostanza, il Reddito di cittadinanza consiste in una prestazione economica che viene erogata dallo Stato per integrare i redditi percepiti dai membri dei nuclei familiari. Tale misura ha sostituito il Reddito di Inclusione (Rei), che aveva a sua volta sostituito il Sostegno all’Inclusione Attiva (Sia).

Reddito di cittadinanza: come fare domanda?

La domanda di accesso al Reddito di cittadinanza può essere presentata dal cittadino che ne abbia diritto attraverso tre diverse modalità alternative:

  1. in modalità telematica tramite il sito ufficiale https://www.redditodicittadinanza.gov.it/;
  2. attraverso un patronato ma solo dopo aver ottenuto la certificazione Isee presso un Caf;
  3. rivolgendosi agli sportelli postali di Poste Italiane.

Una volta inoltrata la domanda, si apre la procedura di riconoscimento del Reddito di cittadinanza che consta di tre fasi:

  1. fase preliminare: l’Inps riceve la domanda inviata dal cittadino;
  2. fase intermedia: l’Inps esamina la domanda;
  3. fase avanzata: l’Inps accoglie la domanda e invita il cittadino a sottoscrivere la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (Did), condizione necessaria per accedere alla misura.

Reddito di cittadinanza: quali requisiti?

Per accedere al Reddito di cittadinanza occorre, innanzitutto, avere i seguenti requisiti economici e patrimoniali riferiti al nucleo familiare:

  • Isee di valore inferiore a 9.360 euro;
  • valore del patrimonio immobiliare non superiore a 30mila euro (non si computa la casa di abitazione);
  • valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6mila euro per il cittadino single. Tale valore viene incrementato in base al numero dei componenti del nucleo famigliare (fino a 10mila euro), alla presenza di figli (1.000 euro in più per ciascun figlio oltre il secondo) o di componenti affetti da disabilità (5mila euro in più per ciascun membro con disabilità);
  • valore del reddito familiare inferiore a 6mila euro annui, che deve essere moltiplicato per il relativo parametro della scala di equivalenza (pari ad 1 per il primo membro del nucleo familiare, incrementato di 0,4 per ciascun ulteriore membro maggiorenne e di 0,2 per ogni ulteriore componente minore, fino ad un massimo di 2,1). Se, tuttavia, il nucleo familiare vive in un’abitazione per la quale paga un canone di locazione, la soglia è innalzata a 9.360 euro.

Oltre ai predetti requisiti reddituali e patrimoniali, per accedere al Reddito di cittadinanza, nessun membro del nucleo familiare deve essere in possesso di:

  • autoveicoli che sono stati immatricolati la prima volta nei 6 mesi che precedono la richiesta, oppure autoveicoli che abbiano una cilindrata superiore a 1.600 cc oppure motoveicoli con una cilindrata superiore a 250 cc, che sono stati immatricolati la prima volta nei 2 anni precedenti alla domanda;
  • navi e imbarcazioni da diporto [2].

Reddito di cittadinanza: requisiti di cittadinanza

Oltre ai predetti requisiti economico-patrimoniali, l’accesso alla misura in esame è subordinato anche al possesso di determinati requisiti che ineriscono alla cittadinanza, alla residenza ed al soggiorno.

In particolare, il richiedente deve essere:

  • cittadino italiano o di uno dei Paesi dell’Unione europea e maggiorenne;
  • cittadino di Paesi terzi che sia in possesso del permesso di soggiorno Ue per soggiorno di lungo periodo;
  • residente in Italia da almeno 10 anni, di cui almeno gli ultimi due continuativi.

note

[1] D.L. 4/2019.

[2] Art. 3 co. 1 D.lgs. 171/2005.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube