Donna e famiglia | Articoli

Adottare un adulto senza il consenso del coniuge

20 Novembre 2020
Adottare un adulto senza il consenso del coniuge

Coppie senza figli: come creare una discendenza e trasferire il proprio patrimonio?

Sei sposato da quasi vent’anni. Tu e tua moglie siete felici, anche se non avete avuto figli. Ci avete provato per tanto tempo per poi rinunciarci quando era evidente che i bambini non sarebbero mai arrivati. Da qualche anno, però, ti sei particolarmente affezionato al ragazzo che ti consegna la posta. Lo conosci da sempre e lo hai seguito negli studi, dalle medie all’università. Ora, vorresti adottarlo per lasciargli una parte dell’eredità quando non ci sarai più. Tua moglie, però, non è d’accordo con questa decisione.

In questo articolo parleremo della possibilità di adottare un adulto senza il consenso del coniuge. Molte volte, infatti, chi è solo oppure è sposato ma senza figli ha la volontà di trasmettere il proprio cognome e il proprio patrimonio. In casi del genere, la legge ammette, a determinare condizioni, l’adozione di un maggiorenne. Si tratta di un istituto che non crea rapporti di parentela tra adottante e adottato e non presuppone lo stato di abbandono. Qualora l’aspirante adottante sia sposato, a fronte del rifiuto manifestato dal partner, è necessario rivolgersi al giudice. Quest’ultimo può comunque pronunciare sentenza di adozione se ritiene il rifiuto ingiustificato o contrario all’interesse dell’adottato. Ma procediamo con ordine e cerchiamo di approfondire l’argomento.

Si può adottare un adulto?

Come ti ho già anticipato in premessa, la legge consente di adottare una persona maggiorenne al fine di creare una discendenza a cui trasmettere il patrimonio e il nome di famiglia oppure, più semplicemente, fornire assistenza a chi si trova in difficoltà (pensa, ad esempio, ad un soggetto portatore di handicap).

Adottare un adulto: quali sono i requisiti?

L’adozione di una persona maggiorenne è ammessa alle seguenti condizioni:

  • l’adottante deve aver compiuto 35 anni e deve avere almeno 18 anni in più rispetto all’adottato. Tuttavia, in casi eccezionali, il tribunale può autorizzare l’adozione in questione anche se l’adottante ha 30 anni;
  • l’adottante può essere single o sposato;
  • deve esserci il consenso all’adozione sia da parte dell’adottante che dell’adottando.

Adottare un adulto senza il consenso del coniuge

Devi sapere che non è possibile adottare un adulto senza il consenso del coniuge. Ti faccio un esempio.

Tizio vuole adottare Caia, una ragazza di 30 anni con una situazione familiare difficile. La moglie di Tizio, però, non è d’accordo perché teme che la ragazza voglia approfittarsi del patrimonio di famiglia.

Ebbene, nell’esempio che ti ho riportato, Tizio non può procedere con l’adozione di Caia fin quando sua moglie gli negherà il consenso. Tuttavia, il tribunale, su domanda di Tizio, potrà comunque pronunciare l’adozione qualora ritenga che il rifiuto della moglie sia ingiustificato o contrario all’interesse di Caia.

Va precisato, altresì, che per procedere con questo tipo di adozione è necessario anche l’assenso da parte dei genitori dell’adottando, del coniuge e dei figli qualora ci siano.

Come adottare un adulto?

Chi vuole adottare una persona adulta deve presentare un ricorso al tribunale ordinario del luogo di propria residenza. Nel ricorso è importante indicare i motivi che giustificano l’adozione, l’età dell’adottante e dell’adottando, ecc.

Al ricorso occorre poi allegare:

  • il certificato di residenza delle parti;
  • l’estratto di nascita dell’adottante;
  • il certificato di matrimonio o di stato libero sia dell’adottante che dell’adottando;
  • il certificato di morte dei genitori dell’adottando, se deceduti;
  • lo stato di famiglia dell’adottante.

All’udienza di comparizione, i soggetti interessati (i genitori dell’adottando, il coniuge dell’adottante, ecc.) devono esprimere il loro consenso all’adozione. A questo punto, il tribunale verifica la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge e, soprattutto, che l’adozione sia vantaggiosa per l’adottando. In caso positivo, sentito il pubblico ministero, emette il provvedimento che verrà poi annotato a margine dell’atto di nascita dell’adottato.

Adottare un adulto: quali sono le conseguenze?

Per effetto della pronuncia di adozione, l’adottato maggiorenne:

  • conserva tutti i diritti e i doveri verso la propria famiglia di origine;
  • assume il cognome dell’adottante che dovrà anteporre al proprio;
  • acquista i diritti successori nei confronti dell’adottante;
  • acquista il diritto agli alimenti in caso di bisogno;
  • non ha rapporti con i parenti dell’adottante (fatti salvi gli impedimenti matrimoniali).

L’adottante, da parte sua, deve mantenere l’adottato, ma non potrà vantare diritti successori nei suoi confronti.

L’adozione di un adulto si può revocare?

L’adozione di un adulto può essere revocata per indegnità dell’adottante o dell’adottato. Tale ipotesi si verifica quando uno dei due attenta alla vita dell’altro o dei suoi familiari oppure se commette nei loro confronti un delitto punibile con una condanna non inferiore a 3 anni.

La revoca dell’adozione è pronunciata dal tribunale su domanda dell’adottante o dell’adottato.

Quanto costa adottare una persona adulta?

Per procedere con l’adozione di un maggiorenne è necessario sostenere alcune spese che riguardano in particolare:

  • il contributo unificato di euro 98,00;
  • la marca da bollo di euro 27,00;
  • il compenso professionale dell’avvocato;
  • la registrazione della sentenza di adozione.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube