Cronaca | News

Uragano nel Mediterraneo: rischi per il Sud Italia

17 Settembre 2020
Uragano nel Mediterraneo: rischi per il Sud Italia

Il ciclone Medicane colpirà le regioni meridionali e il mar Ionio con temporali e venti forti. Diramata l’allerta meteo e attivata la Protezione civile.

È arrivato Medicane, l’uragano che in queste ore sta colpendo il mar Mediterraneo e, secondo le rilevazioni, si sta spostando verso nord. Potrebbe colpire nelle prossime ore il sud Italia, specialmente la Sicilia orientale e la Calabria, dove è già stata diramata l’allerta meteo.

Soprattutto per la giornata di domani 18 settembre, si prevede una violenta ondata di maltempo ma il peggioramento è previsto già nelle prossime ore, con temporali e venti forti.

Sulla base delle previsioni disponibili, il dipartimento della Protezione civile, d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di Protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende quello diffuso nei giorni precedenti.

La Protezione civile avverte che «i fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it)».

L’avviso, diffuso dalla nostra agenzia stampa Adnkronos, prevede dal primo pomeriggio di oggi, giovedì 17 settembre, precipitazioni a prevalente carattere temporalesco su Calabria e Sicilia, specie sui settori centro-meridionali della Calabria e nord-orientali della Sicilia.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Previsti, inoltre, da questo pomeriggio, venti forti dai quadranti settentrionali, con raffiche di burrasca o localmente di burrasca forte, sui settori ionici della Sicilia e della Calabria, con possibili mareggiate sulle coste esposte.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube