Politica | Articoli

Berlusconi non è più parlamentare: incandidabile e senza immunità l’ex premier

27 Novembre 2013
Berlusconi non è più parlamentare: incandidabile e senza immunità l’ex premier

Scrutinio palese e non segreto perché il voto non è sulla persona ma sulla composizione dell’assemblea.

Silvio Berlusconi non è più parlamentare. A deciderlo è l’aula di Palazzo Madama, questo pomeriggio, con la bocciatura dei nove ordini del giorno presentati contro la decadenza dell’ex presidente del Consiglio dalla carica di senatore, dopo la condanna per frode fiscale del primo agosto scorso: risulta così accolto il pronunciamento della giunta per le Elezioni e le Immunità parlamentari che chiedeva la mancata convalida dell’elezione di Berlusconi, avvenuta in Molise.

Il voto è avvenuto a scrutinio palese, nonostante la tesi contraria che fidava sulla prassi secondo cui i voti sui parlamentari avvengono in forma riservata. Il presidente del Senato Pietro Grasso, invece, sottolinea che nel caso di Berlusconi il voto non riguarda la persona ma il completamento del plenum dell’assemblea di Palazzo Madama.

Si dà dunque piena applicazione alla riforma Severino che ha introdotto l’incompatibilità con le cariche elettive per chi ha riportato condanne penali per reati che riguardano la cosa pubblica.

Per Berlusconi, dunque, stop alle cariche elettive e di governo. E ora, venuta meno l’immunità parlamentare, il Cavaliere rischia di essere arrestato o sottoposto a perquisizioni e intercettazioni.

A decorrere dal passaggio in giudicato della sentenza Mediaset, l’ex premier è incandidabile per sei anni. Grasso ha invitato la Giunta a riunirsi per verificare i presupposti per la convalida dell’elezione di Ulisse Di Giacomo, che dovrà subentrare a Berlusconi per la circoscrizione Molise.


note

Dario Ferrara su Cassazione.net


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube