Diritto e Fisco | Articoli

Proprietario del solo garage: paga le spese condominiali anche se non ha un appartamento?

28 Novembre 2013 | Autore:
Proprietario del solo garage: paga le spese condominiali anche se non ha un appartamento?

Il proprietario di un garage, qualora non sia anche proprietario di un appartamento, partecipa comunque al pagamento di alcune spese condominiali: vediamo quali.

 

Il proprietario di un box auto sito in un edificio, anche se non è proprietario di un appartamento nel medesimo stabile, è comunque tenuto al pagamento di alcune spese condominiali di manutenzione ordinaria e straordinaria.

La ripartizione di tali spese varia a seconda del luogo in cui il box è collocato, cioè se esso è parte integrante dell’edificio o si trova all’esterno di esso.

Se il box è parte integrante dell’edificio

In questo primo caso, il proprietario del garage è tenuto a pagare le spese connesse all’utilizzo del box stesso (per esempio: riparazione del cancello o manutenzione delle scale di accesso), in misura superiore ai millesimi di proprietà, salvo diversa disposizione contrattuale.

La quota condominiale è stabilita da un regolamento o, in mancanza, da un’apposita delibera dell’assemblea.

Egli deve anche partecipare – in quanto proprietario di un bene comunque facente parte dell’edificio – alla divisione delle spese per interventi di ricostruzione parziale o totale effettuati nello stabile (per esempio: ristrutturazione del lastrico solare o rifacimento delle facciate). In questo caso, la ripartizione avviene in proporzione alla quota millesimale di proprietà.

Allo stesso modo il proprietario del garage deve partecipare alla ripartizione di tutte le spese relative ai servizi di cui usufruisce (ascensore, videosorveglianza, riscaldamento ecc.).

Se il box si trova all’esterno dell’edificio

Se il box è separato dall’edificio condominiale, il proprietario è tenuto alle spese che interessano il piano delle autorimesse (per esempio spese per il cancello di accesso o per la videosorveglianza).

Diversamente dal primo caso, però, il proprietario del box è esonerato dal pagamento delle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria del condominio. Egli non partecipa quindi, per esempio, alle spese di riparazione del tetto o dei balconi.

Qualora, invece, i lavori di ristrutturazione o manutenzione riguardino parti dell’edificio strettamente connesse all’area dei box (per esempio cortile sovrastante i garage), il proprietario del box deve partecipare alle spese.

Tali regole sono di carattere generale e possono ben essere derogate o modificate dai singoli regolamenti condominiali, tenendo conto della particolare struttura dell’edificio e della collocazione dei box auto.

note

Autore foto: 123rf.com


8 Commenti

  1. sono proprietario dell solo box in un Condominio
    non riesco ad interpretare quali sono i servizi di cui non usufruisco
    mi vengono attribuite tutte le spese generali tra cui quelle più evidenti :la pulizia delle scale condominiali,la luce delle scale l’acqua ed altro. E’ giusto?

    1. La ringraziamo per la Sua richiesta.
      L’enorme numero di consulenze che riceviamo quotidianamente ci ha obbligato ad attivare uno servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, in modo professionale e, soprattutto, in tempi certi.
      E’ possibile acquistare il “ticket” online cliccando sul banner “Richiedi una consulenza” posto ad inizio e fine di ogni articolo. Quindi il sistema seguirà l’utente in una procedura di pagamento sicuro e facile, attraverso carta di credito. Per maggiori informazioni ci telefoni o chieda l’IBAN dello Studio Associato.

  2. sono proprietario di un box all ‘interno d un condominio con accesso esclusivamente dalla strada principale non avendo alcuna parte in comune se non la struttura . debbo pagare e quote di amministrazione in parti uguali o in quote millesimali?

  3. sono proprietario ( siamo in 5 ) di un box all ‘interno d un condominio con accesso esclusivamente dalla strada principale.
    i proprietari degli appartamenti che abitano lo stabile sono 8, domanda: in questo condominio (palazzo ) quanti sono i condomini 8 oppure 13? grazie per la risposta

  4. Salve, Se il box si trova all’esterno dell’edificio, volgalmente chiamato pozzo di luce questo va inserito nelle cuote mellisimale? oppure viene escluso.grazie

  5. Non è chiaro cosa definisca “integrante all’edificio”, o “esterno all’edificio”.

    Potreste cortesemente chiarire meglio la definizione?

    es: se i locali box sono accessibili solo esternamente (nessun collegamento con scale o ascensori), ma si trovano sotto il palazzo, vanno considerati interni o esterni?

    grazie

  6. salve, sono proprietaria di un garage,premetto! non usufruisco del condominio perche’ l’entrata e’ al di fguori, sono diversi anni nel condominio ci sono cause su cause per svariati motivi , ho sempre pagato le varie spese piu rifacimento tetto ( giustissimo). ora! la mia domanda e’…. ci sono delle spese amministrative da pagare secondo una sentenza (non so se sia quella definitiva756,00 circa in base alle quote millesimali) perche il capo del condominio ha raggiunto un accordo per le spese amministrative io proprietaria del garage sono tenuta a pagare? chiedo scusa ma non so spiegarmi

  7. Sono proprietaria solo di un box fuori casa in uno stabile di 20 appartamenti (il box è all’interno dello stabile ma NON È SOTTO CASA).
    Pago le spese condominiali generali e ordinarie in base ai millesimi.
    Dette spese comprendono assicurazione, spese c/c, mod. 770, cancelleria, spese proprietà, Enel, manutenzioni varie, giardinaggio.
    Il totale annuo di queste spese comportano la modica cifra a mio carico di € 23,00.
    A questa tuttavia occorre aggiungere altrettanti € 23,00 per l’amministratore.
    I restanti condomini pagano € 76,33 annue di amministratore.
    Preciso che ricevo tutta la corrispondenza (convocazioni e verbali) via mail e provvedo a pagare in un’unica soluzione annua la rata spese a mezzo bonifico o assegno.
    Chiedo cortesemente come dovrebbe essere ripartito il compenso amministratore poiché se fosse da calcolare a M/M (4.7), sul totale di € 1.550,00 dovrei pagare € 7,285 mentre mi viene richiesto più del triplo (la quota a me caricata è di € 23,00 mentre i restanti 20 condomini pagano € 76,33 pro-capite).
    Mi sembra assurdo che debba pagare per un box 46,00 euro l’anno dei quali la metà sono per l’amministratore.
    Vorrei solo sapere, se il regolamento condominiale non prevede nulla, come dovrebbe essere ripartita la spesa per l’amministratore?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA