Diritto e Fisco | Articoli

Incidenti stradali: come ottenere subito una provvisionale di risarcimento del danno

29 Novembre 2013
Incidenti stradali: come ottenere subito una provvisionale di risarcimento del danno

In caso di incidente stradale è possibile ottenere la liquidazione anticipata di somme di denaro.

La “provvisionale di condanna” in materia di responsabilità civile da circolazione stradale è un provvedimento di condanna, immediatamente esecutivo, che può essere emesso nel corso della causa di primo grado instaurata nei confronti dell’assicurazione che non vuol pagare il risarcimento al danneggiato da un incidente. Tale somma costituisce un “acconto” sulla successiva sentenza di condanna che sarà inflitta all’assicurazione al termine del giudizio.

La richiesta di provvisionale, da parte dell’assicurato, serve per far fronte alle più immediate esigenze del danneggiato prevenendo, in tal modo, i disagi cagionati dalla lunghezza del processo che può richiedere, a volte, un’istruttoria piuttosto complessa.

Presupposto per ottenere la provvisionale è la sussistenza di gravi elementi di responsabilità a carico del conducente, risultanti da un sommario accertamento.

Il soggetto danneggiato deve versare in una condizione di difficoltà economica: questo elemento, sebbene non più indispensabile per ottenere l’acconto, incide soltanto sull’entità della somma da liquidare in via provvisoria. Quindi oggi la provvisionale può essere concessa, sia pure in misura inferiore, anche a chi non si trovi in stato di bisogno [1].

Ulteriori condizioni per la concessione della somma in acconto, da imputarsi nella liquidazione definitiva del danno, sono:

a) che sia iniziata una causa risarcitoria nell’ambito esclusivo di un giudizio di primo grado;

b) che siano state sentite le parti e da un sommario accertamento risultino gravi elementi di responsabilità a carico del conducente.

Secondo quanto giustamente detto dal tribunale di Napoli [2], la provvisionale non può essere concessa quando, durante la causa, non è stato ancora aperto il dibattimento e ammesse le prove, posto che non si può ancora parlare, in tale fase, di gravi elementi di responsabilità a carico del conducente-imputato che potrebbero giustificare la concessione della chiesta provvisionale.

Possono chiedere la provvisionale anche gli eredi del danneggiato.


FAC-SIMILE ISTANZA DI PROVVISIONALE

TRIBUNALE DI <…>

ISTANZA DI PROVVISIONALE EX ART. 147 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE

per

Il Sig. Caio, nato a <…> il <…> residente in <…> Via <…> , n. <…>, cod. fisc. <…> , elettivamente domiciliato in <…> alla Via <…> presso e nello studio dell’avv. <…>, cod. fisc. <…>, che lo rappresenta e difende in virtù di mandato a margine dell’atto di citazione notificato in data <…> (segue)

Contro

– La Compagnia di Assicurazioni <…> rappresentata e difesa dall’avv. <…> (convenuta) – Tizio rappresentato e difeso dall’avv. <…> (convenuto)

Premesso che

Con atto di citazione notificato in data <…>, il/la <…>, conveniva in giudizio <…>, dinanzi al Tribunale di <…>, per sentir accogliere le seguenti conclusioni: “ Voglia l’Ill.mo Tribunale adito, ogni contraria istanza, eccezione e deduzione reietta, dichiarare che il sinistro si è verificato per fatto e colpa esclusiva di <…> e, per l’effetto, condannare i convenuti, ciascuno per il loro titolo come per legge, al risarcimento dei danni nella somma di euro <…>, o in quella minore o maggiore somma che sarà ritenuta di giustizia, oltre agli interessi legali dalla data del sinistro e al danno per svalutazione monetaria. Con vittoria di spese, diritti e onorari”.

Assumeva, inoltre, parte attrice, con l’atto introduttivo del giudizio, che parte convenuta <…>. All’esito dell’espletata attività istruttoria in corso di causa e stante il rinvio all’udienza del <…> per la precisazione delle conclusioni, si rappresenta con il presente atto il gravoso stato di bisogno di Caio chiedendo all’On. Tribunale adito di voler condannare in solido i convenuti al pagamento di una somma provvisionale da imputarsi nelle liquidazione definitiva del danno in favore dell’odierno istante.

Richiamato l’atto introduttivo del presente giudizio e i successivi scritti difensivi da intendersi integralmente riportati e trascritti si ritiene sussistere nel caso di specie tutti i requisiti di cui all’art. 147 cod. ass. affinché venga riconosciuto all’istante una somma provvisionale pari al 30% dell’importo complessivo presumibile a titolo di risarcimento dei danni subiti dal sig. Caio.

Sussistendo gravi elementi di responsabilità del convenuto Tizio nella causazione del sinistro stradale oggetto del presente giudizio, deriva il diritto del sig. Caio a ottenere una somma provvisionale.

Di seguito si riportano i punti essenziali idonei a supportare la fondatezza della presente istanza.

1) Sulla responsabilità del convenuto L’istruttoria ha confermato la responsabilità di Tizio. Sul punto si evidenzia che la prova per testi espletata ha confermato <…>.

2) Quantificazione del risarcimento dei danni e misura della provvisionale richiesta Dalla relazione della CTU emerge che l’istante ha riportato a seguito del sinistro in oggetto i seguenti danni: – <…>;

– <…>. In questa sede ritenendo presumibile un risarcimento complessivo in favore di Caio pari a euro <…> si ritiene di formulare una richiesta provvisionale nella misura del 30% del suddetto importo ovvero per la somma di euro <…> oltre interessi legali dal dovuto al saldo, o per la diversa somma che il Tribunale riterrà di giustizia.

Tutto ciò premesso il sig. Caio come sopra rappresentato, difeso e domiciliato chiede l’accoglimento delle seguenti conclusioni: Voglia l’On.le Tribunale adito, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 147 D.Lgs. 7 settembre 2005 n. 209, sentite le parti, condannare il sig. Tizio in solido con la Compagnia di Assicurazioni, in persona del legale rappresentante protempore, al pagamento in favore di Caio di una somma provvisionale pari a euro <…>, oltre interessi legali dal dovuto al saldo o di una diversa somma maggiore o minore ritenuta di giustizia nella misura del 30% del risarcimento del danno presuntivamente dovuto, da imputarsi nella liquidazione definitiva di tutti i danni subiti da Caio nel sinistro stradale di cui è causa.

Con vittoria di competenze di giudizio.

Data <…>

Firma <…>

note

[1] Art. 147 del D.Lgs n. 209/2005 successivamente modificato con l’art. 5 della legge n. 102/2006.

[2] Trib. Napoli, sent. del 6.03.2009.

Autore foto: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube