Diritto e Fisco | Articoli

Allungati i risarcimenti danno per sinistri stradali; cambia anche la prescrizione

29 Novembre 2013
Allungati i risarcimenti danno per sinistri stradali; cambia anche la prescrizione

Prescrizione accorciata da 2 anni a 90 giorni; le compagnie avranno 90 giorni per offrire il risarcimento dalla data della richiesta del danneggiato.

Con il nuovo pacchetto anti-frode in materia di rc auto che il Governo sta per approvare, ci sono rilevanti novità per quanto riguarda le richieste di risarcimento alle compagnie di assicurazione a seguito di incidente stradale.

Tra le norme che meno piaceranno ai consumatori, c’è la previsione di un allungamento dei tempi entro i quali le compagnie possono comunicare al danneggiato offerta o diniego per il risarcimento: in particolare, in caso di sinistri con danni a cosa, il termine passa da 60 a 90 giorni e da 30 a 45 in caso di constatazione amichevole.

Le compagnie, inoltre, avranno la facoltà di prevedere all’atto della stipula del contratto di assicurazione con il cliente, e in cambio comunque di una significativa riduzione del premio, che il diritto al risarcimento danni non sia cedibile a terzi. Ricordiamo infatti, che l’attuale giurisprudenza consente la cessione del credito derivante dal risarcimento (leggi l’articolo: “Incidenti e risarcimento: quando l’officina meccanica cura la pratica (cessione del credito)”.

Si modifica, addirittura, il termine di decadenza per la richiesta di risarcimento del danno all’assicurazione che passa, addirittura, da due anni a 90 giorni. La nuova norma modificherà quindi il codice civile [1] prevedendo che “il danneggiato decade dal diritto qualora la richiesta di risarcimento non venga presentata entro 90 giorni dal fatto, salvo i casi di forza maggiore derivanti da lesioni alla persona”.

Si prevede la possibilità per le assicurazioni di consentire al danneggiato la riparazione del mezzo incidentato in un centro convenzionato con la compagnia, pagato direttamente da questa. Le compagnie potranno offrire tale opzione al cliente in alternativa al risarcimento per equivalente (il denaro), fornendo garanzia di almeno due anni. Chi accetterà l’offerta avrà uno sconto minimo sul premio – 5% (in alcune zone, da definire con successivo decreto, potrà arrivare all’8%).

Il danneggiato in realtà può rifiutare questa modalità, ma in tal caso il risarcimento non potrà comunque superare il costo che la compagnia avrebbe sostenuto tramite impresa convenzionata, e verrà versato direttamente alla carrozzeria indicata, su presentazione di fattura.

Si tenta, in ultimo, di rimettere in pista le riduzioni sul premio per chi accetta di sottoporre il veicolo ad ispezione, prima della stipula del contratto, o acconsente all’installazione della cosiddetta “scatola nera” per registrare i dati dell’auto.

Le altre novità del pacchetto sulla rc auto nell’articolo: Addio testimoni nelle cause da sinistri stradali: stretta anti frode


note

[1] Art. 2947 cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube