Diritto e Fisco | Articoli

Niente guinzaglio al cane? Si rischiano condanna e risarcimento

3 Dicembre 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 3 Dicembre 2013



Il padrone che non tiene il cane al guinzaglio in luogo pubblico rischia una condanna e l’obbligo di risarcire il danno subito da chi viene aggredito.

 

Portare il proprio cane in un luogo pubblico senza tenerlo al guinzaglio può costare una condanna e l’obbligo di risarcimento nell’eventualità di un’aggressione a un passante.

Lo ha recentemente affermato la Corte di Cassazione in una sentenza [1]. In particolare, la Suprema Corte ha ritenuto sussistente il reato di lesioni personali colpose [2] nei confronti del proprietario di un cane incustodito all’interno di un parco cittadino, che aveva aggredito una passante facendola cadere e procurandole lesioni.

Per condannare il proprietario del cane – argomenta la Cassazione – è sufficiente dimostrare l’assenza di cautele, da parte di questi, necessarie a prevenire aggressioni del cane. Fra queste cautele vi è anzitutto il guinzaglio.

Le conseguenze di una eventuale aggressione sono una pena fino a tre mesi di reclusione o 309 euro di multa, insieme a un costoso risarcimento.

Si può evitare la condanna solo dimostrando al giudice di aver adottato ogni idonea precauzione onde evitare comportamenti aggressivi del proprio animale e che, quindi, il danno si è verificato per forza maggiore.

Una lezione da ricordare per le tante persone che affollano i marciapiedi e i parchi cittadini con animali lasciati liberi da ogni precauzione.


note

[1] Cass. sent. n. 46307 del 20.11.2013.

[2] Art. 590 cod. pen.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. salve ho bisogno di un consiglio ho un labrador. che quando vede un altro cane inizzia ad abbaiare e tirare . l’altro giorno e successo mentre lo partavo fuori ed era tenuto al guinzaglio. da un cortile e uscito un cane senza guinzaglio. che si e avvicinato al mio troppo velocemente. il mio credo si e sentito agredito e ha reagito mettendelo sotto. che l’altro cane si e messo a pancia in su’. credo come resa. io l’ho subito tirato indietro. e pensavo che fosse finita li’. invece dopo diverse ore mi citofona il padrone del cane che era uscito senza guinzaglio. dicendo che il mio lo aveva morso e che gli ha procurato una ferita alla testa. visto che era sera gli ho detto che sarei passato il giorno dopo a vedere quello che era successo. intanto gli avevo avevo detto che la colpa e sua in quanto non era al guinzaglio. e lui mi dice che lo porta dal veterianaio e vuole risarcito altrimenti mi denuncia.premetto che sono andato a casa sua il giorno dopo ma non c’era nessuno. gli ho lasciato un biglietto con il mio n di telefono. per incontrarci e capire la situazione. al mia domada e questa di chi e la colpa- la mia che era al guinzaglio, oppuer la sua che lo ha lasciato libero. vi ringrazio saluti francesco

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI