Diritto e Fisco | Articoli

Le donazioni in denaro ai figli meglio con bonifico bancario

3 Dicembre 2013


Le donazioni in denaro ai figli meglio con bonifico bancario

> Diritto e Fisco Pubblicato il 3 Dicembre 2013



Vorrei aiutare mio figlio, che guadagna poco, aiutandolo nelle spese mensili, ma ho paura che il fisco possa chiedere a mio figlio spiegazioni circa il denaro con cui paga le bollette. Come posso fare per aiutarlo?

I genitori possono sempre concedere aiuti economici ai propri figli. È bene ricordare – solo per inciso – che quando tali elargizioni siano di importo non modico (per esempio, 50.000 euro) dovrebbero avvenire alla presenza del notaio.

Tornando al problema posto, è sempre preferibile adottare alcune precauzioni onde evitare di incorrere in problemi con l’Agenzia delle Entrate. Quest’ultima, infatti, potrebbe chiedere chiarimenti al figlio quando il suo tenore di vita non è giustificato dal reddito dichiarato. Così, gli aiuti economici effettuati dal padre potrebbero far scattare il campanellino d’allarme degli uffici delle entrate che potrebbero chiedere giustificazioni circa la provenienza del denaro.

Pertanto, è consigliabile in tali circostanze, anche per donazioni di piccoli importi, curare la tracciabilità del trasferimento del denaro. I genitori, quindi, dovranno utilizzare un bonifico o un assegno intestato al figlio.

Tali somme non sono reddito per il figlio, il quale, in caso di richieste di chiarimenti da parte dell’agenzia delle Entrate, potrà giustificare il proprio tenore di vita o le spese imputabili documentando gli aiuti ricevuti dai genitori.

Qualora poi il controllo si dovesse “spostare” sui genitori stessi, l’Agenzia potrebbe chiedere prove che il denaro corrisposto sia stato già tassato. In tali ipotesi può essere utile dimostrare che era già giacente sui conti correnti oppure che deriva da disinvestimenti o da risparmi di anni pregressi.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

3 Commenti

  1. Salve io vorrei fare una donazione ai miei 2 cugini di 5000 € ciascuno.
    Vorrei sapere se è possibile anche se quest’ultimi non posseggono un conto corrente.
    Grazie per l’eventuale risposta

  2. una curiosità, ma un regalo di denaro fatto nel 2009 da un genitore ad un figlio è anche quello da dimostrare, oppure questa norma è una cosa uscita dopo il 2009? spero mi sappiate rispondere

  3. Salve, mio padre ha venduto un terreno agricolo e vorrebbe regalare il ricavato ai propri tre figli. In particolar modo € 50mila cadauno. L’operazione avverrà in modo trasparente con bonifico bancario. E’ necessario per forza l’atto notarile? o altro?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI