Cronaca | News

Covid: l’ordinanza di De Luca sulle mascherine in Campania

24 Settembre 2020 | Autore:
Covid: l’ordinanza di De Luca sulle mascherine in Campania

Dispositivi obbligatori anche all’aperto e per tutta la giornata. Esclusi i bambini sotto i 6 anni. Le disposizioni per uffici ed esercizi pubblici.

La Liguria aveva appena stretto le maglie sull’uso della mascherina, costringendo da ieri i cittadini di Genova a indossarla all’aperto nel centro storico della città, visto l’aumento dei contagi da Covid. Oggi, alza il tiro la Campania: il neo-rieletto governatore Vincenzo De Luca ha firmato un’ordinanza in virtù della quale la mascherina diventa obbligatoria in tutta la regione anche all’aperto e durante l’intero arco della giornata «a prescindere dalla distanza interpersonale». Sono esclusi i bambini al di sotto dei sei anni, i pazienti affetti da patologie incompatibili con l’uso del dispositivo e durante l’esercizio in forma individuale di attività motoria o sportiva. L’ordinanza è entrata in vigore oggi e sarà valida fino al 4 ottobre.

«Occorre ripristinare immediatamente comportamenti responsabili, a maggior ragione con l’apertura delle scuole», commenta De Luca. «Se vogliamo evitare chiusure generalizzate – aggiunge – è necessario il massimo rigore».

L’ordinanza conferma anche «le disposizioni concernenti l’obbligo di rilevare la temperatura corporea dei dipendenti ed utenti degli uffici pubblici ed aperti al pubblico e di impedire l’ingresso, contattando il dipartimento di prevenzione della Asl competente, laddove venga rilevata una temperatura superiore a 37,5°».

Inoltre «è obbligatorio per i titolari di esercizi commerciali, culturali, ricreativi, o comunque aperti al pubblico, non all’aperto, di effettuare la misurazione della temperatura corporea all’ingresso dei locali di esercizio e di assicurare la presenza di dispenser di gel e/o soluzioni igienizzanti, subordinando l’accesso ai locali alla previa igienizzazione delle mani e al riscontro di temperatura inferiore a 37,5°». Per rendere tempestiva la corretta ricostruzione degli eventuali casi da contatto stretto, «vi è l’obbligo della identificazione di almeno un soggetto per tavolo o per gruppo di avventori attraverso la rilevazione e conservazione dei dati con idoneo documento di identità».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube