Bonus facciate anche sui balconi

26 Settembre 2020 | Autore:
Bonus facciate anche sui balconi

Secondo l’Agenzia delle Entrate, rientrano nella detrazione del 90% anche i lavori di rifacimento e impermeabilizzazione della pavimentazione.

Gli interventi di rifacimento dei balconi impermeabili rientrano nel bonus facciate del 90%. Lo ha appena confermato l’Agenzia delle Entrate con una risposta pubblicata ieri sul suo sito. La detrazione viene riconosciuta sui lavori che interessano tutto l’involucro esterno dell’edificio visibile dalla strada (restano, ad esempio, esclusi i muri di cortili interni). Significa che nell’agevolazione del 90% rientra la sistemazione delle parti opache della facciata, dei balconi e di ornamenti e fregi visibili da suolo pubblico.

Nel dettaglio, su balconi e ornamenti sono ammessi gli interventi di consolidamento, ripristino, pulitura e tinteggiatura della superficie, rinnovo degli elementi costitutivi, rimozione, impermeabilizzazione e rifacimento della pavimentazione del balcone, rimozione, riparazione e successiva tinteggiatura delle parti deteriorate dei sotto-balconi e dei frontalini.

Questo significa, come precisato dall’Agenzia delle Entrate, che il bonus facciate comprende anche nei condomini la rimozione della pavimentazione dei balconi e la sua impermeabilizzazione.

Chi ha diritto a beneficiare del bonus può fruire di una detrazione fiscale del 90% ripartita in dieci quote annuali di pari importo e fino a concorrenza dell’imposta lorda. Ma può anche optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito d’imposta di pari importo alla detrazione. L’impresa potrà recuperare la somma sotto forma di credito d’imposta, con la possibilità di cederlo a terzi. Il contribuente può anche optare per la cessione del credito ad altri soggetti per un importo equivalente alla detrazione.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube