Diritto e Fisco | Articoli

Professionisti: pensioni ridotte. Obbligatorio il contributo di solidarietà

2 dicembre 2013


Professionisti: pensioni ridotte. Obbligatorio il contributo di solidarietà

> Diritto e Fisco Pubblicato il 2 dicembre 2013



Anche le pensioni d’oro erogate da una Cassa di previdenza dovranno pagare il ticket: la misura, infatti, interessa tutti gli enti previdenziali.

Si applica anche ai professionisti in pensione il nuovo contributo di solidarietà previsto dal DDL di Stabilità. Pertanto, i professionisti – e, quindi, compresi anche gli avvocati – che nel 2014 avranno una pensione superiore a 91.070 euro annui, anche cumulando più pensioni (cioè fino a 14 volte il minimo Inps), dovranno lasciare alla propria cassa di previdenza un contributo variabile tra il 6, il 12 e il 18 per cento.

In particolare:

– per le pensioni fino a 91.070 euro, nessun contributo è dovuto;

– per le pensioni oltre 91.070 e fino a 131.100 euro, è previsto un contributo pari al 6%;

– per le pensioni oltre 130.100 fino a 195.150 euro, è previsto un contributo pari al 12%;

– per le pensioni oltre 195.150 euro, il contributo ammonta al 18%.

Colpiti quindi dal nuovo prelievo sono i soggetti che incassano pensioni corrisposte da “enti gestori di forma di previdenza obbligatoria”; quindi non solo pensionati Inps, ma anche pensionati di tutti gli altri enti di provenienza obbligatoria Inpgi, ecc.) comprese le casse di previdenza.

Il nuovo contributo andrà versato per tre anni, dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016.

note

Autore foto: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI