Diritto e Fisco | Articoli

Se il professionista si fa pagare i compensi non sul conto dello studio

6 Dicembre 2013
Se il professionista si fa pagare i compensi non sul conto dello studio

Sono un professionista: posso chiedere a un cliente di pagarmi una fattura sul conto corrente postale di mia moglie del quale non ho delega e non sono cointestatario.

 

L’operazione non è di per sé scorretta sotto l’aspetto civilistico (il pagamento, infatti, resta valido e concorre a determinare il reddito per il professionista). Tuttavia essa non è assolutamente consigliabile in quanto potrebbe creare problemi in caso di eventuale accertamento fiscale.

Non è, infatti, opportuno generare delle commistioni tra l’attività professionale e la sfera privata, specie se si tratta di un conto cointestato a un altro soggetto ove affluiscono quindi redditi differenti.

Per quanto la legge non lo prevede come obbligatorio, è opportuno gestire gli incassi e le spese riguardanti l’attività professionale con un conto corrente completamente separato rispetto ad uno o più conti correnti (bancari e/o postali) relativi alla sfera personale. E ciò onde esercitare, con massima efficacia, il controllo di ogni rimessa bancaria o prelievo effettuato in passato (si ricordi che gli accertamenti possono intervenire anche a distanza di diversi anni) e poter così difendersi più agevolmente in caso di un eventuale controllo fiscale.

Solo una volta effettuata tale operazione di incasso sul conto dedicato, i “guadagni” riferibili all’esercizio dell’attività potranno essere successivamente trasferiti sui conti personali al fine di poterne disporre liberamente.


note

Autore foto: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube