Coppie in crisi: arriva il «coordinatore genitoriale»

30 Settembre 2020 | Autore:
Coppie in crisi: arriva il «coordinatore genitoriale»

Un nuovo metodo di risoluzione delle controversie tra i genitori per garantire il benessere dei figli coinvolti nella conflittualità.

Se in famiglia si litiga troppo e non si arriva a un punto d’incontro tra marito e moglie occorre l’intervento di un soggetto esterno alla famiglia per evitare pregiudizi ai figli. Non stiamo parlando di un parente autorevole o di un amico in comune (che pure potrebbero svolgere un ruolo positivo) ma di una nuova figura, imparziale e professionalmente preparata, che ha il compito di aiutare i genitori a cooperare tra loro, nel precipuo interesse dei figli minori della coppia.

Questo ruolo adesso può essere svolto dal coordinatore genitoriale: un professionista al quale i genitori si affidano per avviare un percorso di mediazione e di conciliazione che può portare a stabilire, con un accordo condiviso, un «programma di genitorialità» per la gestione e la cura dei figli.

Una volta fissato il piano, il coordinatore interverrà, in caso di disaccordo, per aiutare i genitori a trovare le soluzioni più opportune a tutela della prole e potrà assumere anche la funzione di arbitro se il dissidio permane. Se invece il conflitto si aggrava ed emergono situazioni di rischio per i minori, dovrà segnalare il caso all’Autorità giudiziaria ed ai servizi sociali.

L’incarico di coordinatore genitoriale viene affidato dal giudice, al quale i genitori possono ricorrere su base volontaria quando si accorgono di non riuscire a risolvere autonomamente il loro conflitto e i figli rischiano di farne le spese.

Sulla scia dell’esperienza americana, dove questo istituto è adottato sin dagli anni Novanta, alcuni tribunali italiani si stanno orientando a nominare il coordinatore genitoriale nei casi in cui la conflittualità tra le parti diventa aspra e rischia di compromettere il diritto di madre e padre alla bigenitorialità o di compromettere l’equilibrato sviluppo psico-fisico dei figli minori.

Di solito, il giudice sceglie una figura professionalmente esperta nel campo: uno psicologo o un esperto di diritto di famiglia o un mediatore accreditato.

Ma il giudice non può imporre la nomina, che dovrà essergli richiesta volontariamente dalle parti. Manca infatti tuttora una regolamentazione giuridica dell’istituto, che rientra nelle forme di risoluzione alternativa delle controversie (Adr – alternative dispute resolution): un modello che, in assenza di criteri stabiliti dalla legge, deve essere adattato alla realtà dei casi concreti, riducendo al minimo l’intervento dell’Autorità giudiziaria.

Il gruppo di lavoro istituito in seno all’Osservatorio sulla Giustizia civile ha rilevato che di solito la designazione avviene in seguito ad una relazione dei servizi sociali del Comune o di una consulenza tecnica d’ufficio svolta nell’ambito di un procedimento, civile o penale, già avviato.

Proprio in questi casi, ci sono situazioni gravi e cristallizzate, con querele e controquerele reciprocamente sporte dai coniugi e per uscire da questa spirale di litigiosità è opportuno ricorrere al coordinamento genitoriale, che ha il fine primario di garantire il benessere dei figli, coinvolti loro malgrado nella conflittualità esistente tra i genitori.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube