Multa in Ztl su auto ereditata: non sempre va pagata

30 Settembre 2020 | Autore:
Multa in Ztl su auto ereditata: non sempre va pagata

Il Comune deve dimostrare che la persona sanzionata è proprietaria del veicolo e si trovava effettivamente alla guida al momento dell’infrazione.

Buone notizie per chi ha ereditato un’auto e non l’ha intestata a sé: nel caso in cui riceva una multa per essere entrato senza permesso in una Ztl, cioè in una zona a traffico limitato, non è detto che la debba pagare, anzi: il Comune che gli ha inviato la sanzione dovrà dimostrare che l’auto è sua e che era lui, effettivamente, alla guida del veicolo. Lo ha stabilito oggi la Cassazione con un’ordinanza [1].

In pratica, l’automobilista a cui è stata recapitata la multa può benissimo contestarla affermando che l’auto non è di sua proprietà, in quanto ha rifiutato l’eredità del parente a cui era intestata, e che non era lui al volante della macchina nel momento in cui le telecamere della zona a traffico limitato l’hanno intercettata all’interno della Ztl senza la dovuta autorizzazione.

A quel punto, secondo l’ordinanza della Suprema Corte, è il Comune a dover provare il contrario, cioè a dimostrare che il ricorrente fosse il «soggetto passivo dell’obbligazione sanzionatoria, in quanto proprietario a titolo di erede, ovvero in quanto autore materiale delle infrazioni, per essere possessore o conducente del veicolo al momento delle violazioni».

Senza questa prova, dunque, la multa non va pagata. Non, almeno, dalla persona che l’ha ricevuta.


note

[1] Cass. ordinanza n. 20878/2020.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube