Covid, verso la mascherina obbligatoria in tutta Italia

2 Ottobre 2020
Covid, verso la mascherina obbligatoria in tutta Italia

Il ritorno a scuola ha provocato un’impennata dei contagi. Il Comitato tecnico scientifico (Cts) non esclude misure restrittive.

L’obbligo di portare la mascherina anche all’aperto potrebbe diventare realtà. Il Comitato tecnico scientifico (Cts) non può escluderlo, stando agli attuali livelli di circolazione del Coronavirus. «Se tutti osservassero le norme, non sarebbe necessaria. Non è così e dunque potrà essere inevitabile», spiega Fabio Ciciliano, dirigente della Protezione civile e membro del Cts.

Il Corriere della Sera lo ha intervistato oggi; Ciciliano ha parlato di «numeri importanti», riferendosi alla percentuale tra tamponi effettuati e nuovi positivi: «È arrivata al 2,15 per cento – ha riferito al quotidiano milanese -. Alla fine del lockdown eravamo allo 0,40». È la conseguenza di una maggiore circolazione delle persone sperimentata tra la fase 2 e tutta l’estate, con in più l’inizio dell’anno scolastico. Non tanto perché bambini e ragazzi si contagiano a scuola. Più che altro, perché il complessivo ritorno alla normalità comporta il movimento, ogni giorno, di milioni di persone.

Nei centri commerciali, forse perché ci si aspetta sempre un gran numero di persone all’interno, la gente sembra più attenta: l’uso delle mascherine è generalizzato. Anche al ristorante si osserva un buon rispetto delle regole, secondo Ciciliano. «Il problema – dice – sono gli assembramenti davanti alle scuole e nei quartieri della movida la sera, quando arrivano i ragazzi che sono meno propensi a utilizzare le protezioni».

Un aumento dei contagi era fisiologico, in coincidenza con il ritorno di milioni di studenti a scuola, ma non di questa portata. Con i nuovi casi che superano ogni giorno abbondantemente le mille unità e l’età media dei ricoverati tornata a 50 anni, diventa ancor più decisivo fare la propria parte.

Le regole ormai sono note: distanziamento sociale, niente assembramenti, lavaggio delle mani, mascherina al chiuso, non toccare occhi e labbra, rispettare quarantena e isolamento. Dipende da ciascuno di noi, ricorda Ciciliano. «Sapevamo che il ritorno alla vita normale avrebbe fatto risalire la curva dei contagi, ma si tratta di numeri importanti e dunque è necessario che ognuno sia responsabile se vogliamo evitare conseguenze gravi».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube