Diritto e Fisco | Articoli

Imposta di registro a carico solo delle parti sostanziali della sentenza

4 dicembre 2013


Imposta di registro a carico solo delle parti sostanziali della sentenza

> Diritto e Fisco Pubblicato il 4 dicembre 2013



La registrazione della sentenza spetta solo a coloro che sono stati considerati, nel provvedimento del giudice, come interessati al rapporto sostanziale; non devono pagare l’imposta quindi i soggetti che sono stati ritenuti estranei al rapporto.

L’imposta per registrare la sentenza civile è a carico solidalmente solo di coloro che hanno preso parte alla causa in senso sostanziale e non di quelli che vi hanno partecipato soltanto formalmente. È il principio espresso dalla Commissione Tributaria provinciale di Treviso [1].

Se una delle parti viene dichiarata, in corso di causa o in sentenza, del tutto estranea al rapporto, su di essa non grava l’obbligo di pagare la registrazione del provvedimento del giudice.

La responsabilità solidale per il pagamento dell’imposta di registro, prevista dalla legge [2], in base alla quale sono obbligati al pagamento dell’imposta tutte le parti in causa, si deve riferire solo ai destinatari sostanziali degli effetti della decisione e non anche a chi è rimasto estraneo alla pronuncia. In pratica, l’imposta non grava genericamente su tutti coloro che hanno, a qualunque titolo, partecipato al giudizio, ma solo su coloro che sono stati considerati nella sentenza come parti in senso sostanziale, con esclusione quindi dei soggetti che hanno preso parte al rapporto in senso formale.

A tali conclusioni si deve giungere in quanto oggetto dell’imposta, quale indice di capacità contributiva, è il rapporto sostanziale racchiuso nella sentenza. Quindi, il vincolo di solidarietà può essere esteso solo ed esclusivamente ai destinatari della pronuncia.

Con una recente risoluzione [3], l’Agenzia delle entrate aveva ulteriormente precisato che è esclusa la responsabilità solidale anche in capo al soggetto che ha volontariamente preso parte al giudizio, ma che di fatto è rimasto estraneo alla decisione (leggi l’articolo: “Imposta di registro: la causa la pagano solo attore e convenuto”).

note

[1] CTP Treviso sent. n. 126/05/2013 (presidente Chiarelli, relatore Fadel).

[2] Art. 57 T.U. del registro.

[3] Ag. Entrate risoluzione n. 82 del 21.11.2013.

Autore foto: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI