Diritto e Fisco | Articoli

Visura camerale ordinaria

9 Dicembre 2020
Visura camerale ordinaria

In Italia, tutte le imprese devono obbligatoriamente registrarsi in un apposito registro istituito presso le Camere di Commercio.

Vuoi verificare qual è la sede legale di una società? Vuoi accertarti che hai firmato un contratto con una persona che ha il potere di rappresentare una società? Quando occorrono informazioni come queste, può essere utile procurarsi una visura camerale ordinaria, ossia, un documento estratto dal registro delle imprese che fornisce una serie di informazioni e di dati relativi alle società.

Tuttavia, come vedremo, la visura camerale è un documento meramente informativo, non ha valore di certificazione e non può essere opposto ai terzi.

Che cos’è una visura camerale?

Nel nostro Paese, chiunque intenda esercitare un’attività di natura economica sotto forma di impresa (sia essa individuale o costituita tramite società) deve iscriversi al Registro delle Imprese, ossia, una anagrafica istituita presso la Camera di Commercio della provincia nella quale la società ha la propria sede legale.

La visura camerale consiste in un documento informativo nel quale sono presenti tutti i dettagli che riguardano l’impresa ivi iscritta.

In particolare, nella visura camerale sono riportati:

  • dati legali e anagrafici dell’impresa iscritta;
  • la denominazione del soggetto giuridico;
  • la forma giuridica dell’impresa;
  • la sede legale della società;
  • il codice fiscale dell’impresa;
  • il tipo di attività esercitata;
  • informazioni relative agli organi di amministrazione ed alle cariche sociali.

Visura camerale ordinaria: cos’è?

Accedendo al Registro delle Imprese, è possibile scaricare differenti tipologie di visura camerale. In particolare, le principali visure disponibili sono la visura ordinaria e la visura storica.

La visura camerale ordinaria contiene le informazioni di carattere anagrafico, giuridico, economico e fiscale relative all’impresa, che sono contenute nel Registro Imprese.

In particolare, consultando una visura ordinaria è possibile conoscere i seguenti dati riferiti all’impresa:

  • riferimenti d’iscrizione al Registro Imprese;
  • denominazione;
  • dati anagrafici;
  • recapiti telefonici;
  • indirizzo della sede legale e delle sedi secondarie;
  • indirizzo di posta elettronica certificata (Pec);
  • sede legale;
  • codice fiscale/Partita Iva;
  • forma giuridica;
  • data di costituzione;
  • oggetto e capitale sociale;
  • attività svolta;
  • numero e tipologia di dipendenti assunti (ed evoluzione storica della forza-lavoro);
  • certificati di qualità posseduti;
  • attestazioni;
  • cariche amministrative, di controllo e qualifiche;
  • organi sociali (tipologia di amministrazione e membri degli organi amministrativi);
  • titolari e soci con indicazione delle relative quote;
  • albi, ruoli e licenze;
  • sedi secondarie e unità locali.

La visura ordinaria si limita, dunque, a fotografare la situazione dell’impresa al momento in cui il documento viene estratto dal Registro Imprese.

La visura storica, al contrario, oltre alle informazioni contenute anche nella visura ordinaria, riporta anche tutti i dati dell’impresa a partire dalla data della sua costituzione.

Nella visura storica è, dunque, riportata la storia delle modifiche avvenute sin dalla prima costituzione e sino al momento nel quale è stata richiesta la visura.

Come richiedere una visura ordinaria?

Oggi, richiedere una visura ordinaria è semplice ed è possibile farlo direttamente online. In particolare, InfoCamere ha sviluppato un apposito servizio telematico chiamato Telemaco per accedere alle informazioni contenute nel Registro Imprese.

Possono utilizzare Telemaco semplici cittadini, imprese, professionisti e privati. In particolare, registrandosi gratuitamente a Telemaco (compilando l’apposito form di registrazione) è possibile avere a disposizione delle funzionalità che non sono previste per gli utenti occasionali che si connettono al Registro Imprese.

Chi non è registrato a Telemaco può scaricare unicamente visure ordinarie e storiche mentre chi ha effettuato la registrazione a tale strumento può effettuare ricerche complesse nel Registro Imprese ed acquistare on line tutti i documenti ufficiali contenuti nella banca dati del registro stesso, tra cui:

  • tutte le tipologie di visura;
  • Registro Protesti;
  • Registri Europei;
  • spedire pratiche telematiche di Comunicazione Unica, di deposito bilanci, ed effettuare ulteriori adempimenti.

Che valore ha la visura camerale?

Nel nostro ordinamento, la visura camerale fornisce delle informazioni relative ai dati ufficiali di ogni impresa, individuale o collettiva, che è iscritta nel Registro Imprese ma non ha valore di certificazione e non è, quindi, opponibile a terzi.

Quando si ha bisogno di un’attestazione che abbia un valore giuridico di certificazione e che sia opponibile a terzi occorre richiedere, sempre con Telemaco, il Certificato camerale, che è valido per un periodo di sei mesi a partire dalla data di rilascio.

Il Certificato camerale viene richiesto in tutti quei casi in cui la semplice visura non è sufficiente (ad esempio, in caso di richiesta di finanziamento, di operazioni societarie, etc.).



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube