Chi è separato di fatto paga l’Imu

7 Ottobre 2020 | Autore:
Chi è separato di fatto paga l’Imu

L’agevolazione fiscale, secondo la Cassazione, spetta per l’abitazione principale in cui hanno la dimora abituale il proprietario ed i suoi familiari.

La persona separata di fatto perde le agevolazioni fiscali sull’abitazione principale, in particolare quella sull’Imu. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con un’ordinanza depositata oggi [1].

La Suprema Corte basa la sua decisione su questo principio: la norma che prevede l’esenzione dal pagamento dell’Imu e gli altri benefici sull’abitazione principale riguarda chi ha in quell’immobile la sua residenza anagrafica e la sua dimora abituale insieme ai suoi familiari, quindi non da solo. Significa, spiega la Cassazione, che l’agevolazione non può essere fruita da chi, essendo separato di fatto, abita per conto suo in un’altra casa diversa da quella in cui si trova la sua famiglia.

Va ricordato che la convivenza di fatto è tutelata proprio secondo i princìpi del tutto simili a quelli del matrimonio per quanto riguarda «la stabile coabitazione e l’assistenza materiale e morale». Vuol dire che tale convivenza non starebbe in piedi se le due persone interessate avessero la dimora abituale in due abitazioni diverse, esattamente come succederebbe per due coniugi. La Cassazione sottolinea che, per ottenere un’agevolazione fiscale come l’esenzione dall’Imu, si deve identificare l’abitazione principale come quella in cui ha la residenza non solo il proprietario dell’immobile ma laddove la hanno anche i familiari. In caso contrario, non si avrà diritto al beneficio.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

4 Commenti

  1. Io sono libero , non o famiglia o una casa di proprietà, ma spesso sono fuori per lavoro , e non ci torno per settimana. Avvolte , non consumo molto di luce e neanche gas , per questo motivo ho dato la mia Pec a diversi uffici , sono tenuto a pagare l’imu?

    1. Per ulteriori informazioni leggi:
      -Quando si può non pagare l’Imu? https://www.laleggepertutti.it/294058_quando-si-puo-non-pagare-limu
      -Casa all’ex coniuge: chi paga Tasi e Imu? https://www.laleggepertutti.it/198110_casa-allex-coniuge-chi-paga-tasi-e-imu
      -Imu coniugi separati comproprietari https://www.laleggepertutti.it/403855_imu-coniugi-separati-comproprietari
      -Effetti fiscali della separazione consensuale https://www.laleggepertutti.it/286038_effetti-fiscali-della-separazione-consensuale
      -IMU: l’ex coniuge proprietario della casa deve pagare? https://www.laleggepertutti.it/272567_imu-lex-coniuge-proprietario-della-casa-deve-pagare

  2. L’unica cosa da fare per non farsi fregar dai Governi con i risparmi comprare oro e gioielli , su quelli non si pagano tasse inutili , perché le chiamo tasse inutili ? Perché nelle pubbliche amministrazioni ce troppo spreco di soldi pubblici , in tutti i sensi , io non capisco perché molti appartenenti alle dipendenze pubblici devono guadagnare €700.000, 1.000
    000,00, all ‘anno di stipendi , prelevando le in modo prepotenti dai cittadini che avvolte non c’è la fanno a vivere, pur lavorando , secondo me è sbagliato per chi lavora negli enti pubblici avere dei stipendi così grosse con la facoltà di potere fare sprechi anche con le strutture pubblici , gli ospedali costruiti con soldi delle tassi dei cittadini oggi sono privati di pubblico anno solo l’entrata degli stipendi , perché i cittadini sono obbligati per legge a versare le tasse , l’amministrazione pubblica e un colabrodo , non fanno mai bastare i soldi .

  3. Mio Papa e mia Mamma hanno fatto una vita di sacrifici , privarsi delle cose anche personale, per risparmiare, e con i risparmi compravano terreni case , ecc ecc, per avere un futuro, per una soddisfazione personale, hanno sempre sempre pagato le tasse, quelle che cerano allora, mio nonno e mia nonna anno fatto lo stesso tutta la vita, oggi noi nipoti e figli non ci e concesso di fare lo stesso, 1° lo stipendio non basta mai, secondo troppe tasse da pagare, oltre alle tasse, ci sono le bollette luce con tutte le accise tasse vari , iva, ecc.ecc. un consumo di 25,00 €, la bolletta arriva con 80,00€ io risparmio l’energia elettrica e devo pagare piu del doppio di quello che consumo,vado a fare la spesa ogni prodotto che compro devo pagare l’IVA, qualsiasi cosa che compro ce sempre da pagare, prendolo stipendio e per forza devo avere il conto corrente fossi gratis era pure buono ma ci devo pagare la tenuta del conto corrente alla banca, compro una macchina e ci devo pagare bollo assicurazione, manutenzione, e con tutto ciò devo cambiare macchina perche la mia e già vecchia e inquina secondo secondo gli scienziati, ogni volta che pago le tasse o prendo lo stipendio o pago l’assicurazione, ce sempre da pagare il SSN. ma quando o bisogno di fare una visita oltre che devo pagare il tcket devo aspettare mesi, dopo avere aspettato tanto, vado a fare la visita allo Ospedale e vedo che ci sono centinaia di persone che aspettanoe un solo medico che visita, facendo una botta e via, un giorno ho contato quanti pazienti visita un medico in ospedale sempre lo stesso ne o contato 40 pazienti, perche il Direttore sanitario vuole cosi, e non puo fare tante volte una visita completa, e neanche riesce a dare una delucidazione al paziente delle condizione di salute, altrimenti un paziente deve recarsi nelle cliniche privati e pagare cifre che non a , e quindi rinuncia dal privato, gli ospedali pubblici oggi non trovo piu nulla di pubblico ma solo le tasse, a cosa serva pagare tasse se poi non si anno servizi completi, sempre negli ospedali pubblici se vuoi che una visita subito devi pagare una tariffa che si aggira sui 80,00, 100,00€ , io mi chiedo se stiamo arrivando alla povertà assoluta, con tutte queste leggi, non danno respiro, io capisco che in uno stato ci vogliono delle regole, ma questi mi sembrano abusi di potere,piu che regole puo essere che mi sbaglio, chiudono ospedali pubblici, dopo avere speso miliardi per costruirle, tantissimi edifici pubblici abbandonati, il Governo lascia fare tutto ciò, anziche di ristrutturare gli edifici pubblici, ne vogliono costruire altre , aumentando sempre nuove tassazione ai cittadini. o fatto solo uno sfogo di quello che penso io.

Rispondi a calogero Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube