Cronaca | News

Quando è obbligatorio usare la mascherina

7 Ottobre 2020 | Autore:
Quando è obbligatorio usare la mascherina

Domande e risposte su tutte le situazioni in cui si deve indossare il dispositivo di protezione e sulle possibili eccezioni.

Il nuovo Dpcm di ottobre, che indica le misure per contenere la diffusione del Covid, è slittato al 15 ottobre. Ma l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto entra subito in vigore, senza attendere che venga firmato l’intero provvedimento.

Come tutte le regole, anche questa ha le sue eccezioni. E, spesso, si tende a interpretare la norma a seconda di come conviene. Finisce che le eccezioni, inevitabilmente, diventano la regola.

Facciamo chiarezza, allora, e vediamo quando è obbligatorio usare la mascherina e quando si rischia una sanzione da 400 a 1.000 euro per trasgredire quello che il Governo ha imposto nel tentativo di frenare il coronavirus. Premettendo che, al di là delle singole situazioni, il nuovo Dpcm obbliga i cittadini a portare sempre con sé il dispositivo. Anche quando non si sa se ci sarà bisogno di indossarlo.

Se vado con un amico in moto?

Sì. La mascherina va indossata perché la norma dice che per non portare il dispositivo si deve viaggiare in sella ad una moto o ad una bicicletta da soli. Non importa se indossi il casco: può capitare che sia stato utilizzato o che venga usato in futuro da un’altra persona. Quindi, se tra di voi siete solo amici e non congiunti, la mascherina va indossata.

Se vado in auto con degli amici?

Sì. La mascherina va indossata perché, secondo il provvedimento del Governo, è possibile viaggiare in auto senza mascherina solo se a bordo si trovano dei congiunti del conducente. Quindi, se viaggi con la moglie, la fidanzata o i figli puoi non mettere la mascherina. Ma se c’è con te in macchina anche un solo amico seduto sul sedile dietro, devi indossarla.

Se vado a correre da solo?

No. Questa è una delle eccezioni previste dalla nuova norma: chi fa attività sportiva da solo all’aperto non è obbligato a indossare la mascherina. Purché, però, mantenga la distanza di sicurezza rispetto alle altre persone che vanno a correre o che passeggiano al parco o in città. Una distanza stabilita in due metri. Ad ogni modo, ricorda: devi comunque portare sempre con te la mascherina, magari nello zaino o in tasca, possibilmente protetta dentro un piccolo sacchetto o un contenitore pulito.

Se vado a correre con un amico?

Sì. A meno che, come detto poco fa, mantieni sempre la distanza di due metri da lui, come dagli altri.

Se porto in cane a passeggio?

No. Se esci da solo per portare il cane a passeggio non devi indossare la mascherina, purché ti trovi in un luogo isolato. Ma dovrai portarla con te: va indossata se si avvicinano altre persone o se non è possibile mantenere la distanza di sicurezza.

Se esco a fare una passeggiata con il figlio di 5 anni?

Tu, dipende. Tuo figlio, no. Se vai a fare una passeggiata con il figlio di 5 anni, dovrai indossare la mascherina nel caso in cui non ti trovi in un luogo isolato. Quindi, se vai in centro città o in una zona frequentata da altre persone, dovrai mettere il dispositivo. Tuo figlio no, perché la norma introduce l’obbligo di mascherina per i bambini dai 6 anni in su.

Se ho una malattia respiratoria?

Dipende. La norma dice che non è obbligato a indossare la mascherina chi soffre di una patologia o una disabilità incompatibile con l’uso del dispositivo. Ma dice anche che tale situazione deve essere certificata da un medico. Il consiglio, quindi, è di portare dietro comunque sia la mascherina sia il certificato del dottore in cui si attesta che, per la tua malattia, non devi coprirti naso e bocca. Ovviamente, dovrai osservare la distanza di sicurezza dalle altre persone.

Se sono al bar con gli amici?

Se ti trovi all’interno del bar, sì e sempre: la mascherina va indossata in ogni caso quando ci si trova al chiuso. Se siete in un tavolino o in piedi all’aperto, dipende dalla distanza che c’è tra te e i tuoi amici. Se è inferiore a un metro, dovrai mettere la mascherina. Altrimenti, in teoria, no. Ma il consiglio è di indossarla sempre e comunque, tranne quando devi sorseggiare la tua bibita, ovviamente.

Se sono al ristorante all’aperto?

No, ma solo nel momento in cui sei seduto al tavolo a mangiare. Sì, quando devi spostarti tra gli altri tavoli, magari per andare in bagno, a pagare o a chiamare il cameriere.

Se mi siedo su una panchina in piazza?

Sì. Il decreto prevede l’obbligo di indossare la mascherina in tutti i luoghi all’aperto frequentati da persone non conviventi, «ad eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi». Quindi, per logica, a mezzogiorno, quando c’è un continuo viavai di persone, la mascherina va indossata. All’una di notte, se la piazza è deserta e non passa anima viva, teoricamente la mascherina non serve.

Se prendo una multa la posso contestare?

Dipende dal perché. Sicuramente, non potrai contestarla se hai palesemente violato la normativa sull’obbligo di indossare la mascherina «in tutti i luoghi all’aperto, allorché si sia in prossimità di altre persone non conviventi», come recita il nuovo decreto. E non potrai nemmeno appellarti al fatto che il nuovo Dpcm non è stato ancora firmato e, quindi, non è entrato in vigore: il vincolo sulla mascherina è valido lo stesso, quindi non indossarla equivale a prendere la multa. Se, però, sei convinto delle tue ragioni e vuoi contestarla lo stesso, puoi rivolgerti ad un Giudice di Pace. E tanti auguri.



5 Commenti

  1. Nell’indecisione, la indosso sempre e la porto sempre con me. C’è gente che dovrebbe usarla anche stando attaccata in auto eppure non essendo congiunti non usano le mascherine

  2. vorrei segnalare che alcuni vs articoli ,molto interessanti in vero,non è piu possibile scaricarli in pdf in quanto esce un messaggio di errore come debug wordPress. trattasi di limitazioni da voi apposte? grazie

    1. Buongiorno Dino, non abbiamo inserito alcuna limitazione per quanto riguarda la possibilità di scaricare i pdf dei nostri articoli. Prova a cancellare la cronologia e accedere nuovamente alla pagina. Clicca su DOWNLOAD PDF ARTICOLO. Si aprirà una pagina in cui è presente uno dei nostri video, che potrai vedere in attesa della creazione del file. Dopodiché, il pdf si scaricherà in automatico. Se il download non è avvenuto in automatico, clicca sull’apposito link per scaricare il pdf.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube