Cronaca | News

Covid: il Governo tenta di evitare un nuovo lockdown

8 Ottobre 2020 | Autore:
Covid: il Governo tenta di evitare un nuovo lockdown

Il ministro Speranza cambia i toni di fronte all’aumento dei contagi: non lo esclude più al 100%. Riprende la cabina di regia con gli enti locali e regionali.

I numeri dei contagi cominciano a preoccupare seriamente. E guadando quello che succede oltreconfine non c’è da essere più sereni: ieri, la Francia ha registrato un’impennata record di casi, con oltre 18mila nuovi positivi. In Spagna, ci sono diverse città confinate da ieri, soprattutto al Centro Nord. Insomma, il Governo ha capito che la seconda ondata del Covid è già arrivata e cerca di correre ai ripari per evitare che l’autunno diventi una seconda primavera. Emblematica la frase del ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine del Consiglio di ministri di ieri sera: «Lavoriamo per evitare il lockdown». Significa che nell’arco di pochi giorni, di poche ore addirittura, si è passati dal dire «non ci sarà un nuovo lockdown» al suggerire che si lavora per evitarlo. Un altro modo per dire che non è del tutto escluso.

Rappresentanti di Governo e Regioni si sono visti ieri sera per analizzare la situazione e decidere il da farsi. «Dopo la ripresa del comitato operativo quotidiano in Protezione civile – fa sapere il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia – riprende anche la cabina di regia nazionale tra Governo ed enti territoriali da convocare in qualsiasi momento, come avvenuto nei momenti più critici tra marzo e maggio, con i rappresentanti di Regioni, Anci e Upi». Comuni e Province coinvolti, insomma. Qui, ciascuno deve metterci del suo.

Nel frattempo, Palazzo Chigi ha confermato alla fine della riunione di Gabinetto quel che già si sapeva: l’obbligo immediato (da oggi) di utilizzare le mascherine all’aperto e a qualsiasi ora, con pochissime eccezioni, e la proroga dello stato di emergenza al 31 gennaio e del Dpcm attualmente in vigore fino al 15 ottobre per definire il nuovo decreto. Anche su questo punto, si spera di non avere qualche sorpresa, cioè che da qui a una settimana la situazione non peggiori al punto di convincere il Governo a firmare un Dpcm molto più severo del previsto.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube