Diritto e Fisco | Articoli

Vizio della notificazione a mezzo posta: deve riportare data e firma del postino

5 dicembre 2013


Vizio della notificazione a mezzo posta: deve riportare data e firma del postino

> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 dicembre 2013



La relata di notifica deve essere completa in ogni suo elemento: obbligo di indicare la data di consegna e la firma dell’agente postale.

 

La notificazione di un atto processuale eseguita dall’ufficiale giudiziario mediante servizio postale [1] deve necessariamente riportare, sull’avviso di ricevimento del plico, sia la data di consegna dell’atto, sia la firma dell’agente postale che lo ha consegnato.

A dirlo è stata una recente sentenza della Cassazione [2].

La mancanza di tali elementi necessari determina – secondo l’orientamento della Suprema Corte – il più grave vizio dell’inesistenza della notifica. Come tale, esso può essere fatto valere in qualsiasi momento e senza limiti di tempo (senza peraltro il pericolo di incorrere nella sanatoria dell’atto per raggiungimento dello scopo).

note

[1] Ai sensi dell’art. 149 cod. proc. civ.

[2] Cass. sent. n. 25138 dell’8.11.2013.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI