Il ‘re dell’Aglianico’: “A Montemarano in Irpinia vendemmia di qualità”

8 Ottobre 2020
Il ‘re dell’Aglianico’: “A Montemarano in Irpinia vendemmia di qualità”

Roma, 8 ott. (Labitalia) – In Irpinia il vino è sangue della terra. Tra i paesi di pietra immersi nel verde di valli fatte apposta per custodire e tramandare segreti di cultura contadina, il culto della vite è una storia di eccellenza e infinita pazienza. Tra le lune di ottobre si accanna legna per l’inverno e il vino è quello del tempo lungo. La ‘Vigna Cinque Querce’, a Montemarano, in provincia di Avellino, racconta bellezza e alta qualità (www.salvatoremolettieri.com). A curarla, insieme ai suoi figli, è Salvatore Molettieri, il ‘Re dell’Aglianico’ montemaranese. Sorriso aperto e mani segnate dalle rughe della vigna. Tenace e robusto come il frutto di Bacco che tra quei filari è benedetto dalla Natura di un paese antico, che secondo la leggenda sarebbe stato fondato da Mario Egnazio, ribelle condottiero irpino, che si fermò su questi monti, dove riuscì a sconfiggere le schiere romane.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube