Coronavirus: test rapido o tampone? Guida nella ‘giungla’ degli esami svela-Covid

9 Ottobre 2020
Coronavirus: test rapido o tampone? Guida nella ‘giungla’ degli esami svela-Covid

Roma, 9 ott. (Adnkronos Salute) – Tampone, test rapido, test della saliva o anticorpale? Con l’espandersi dei numeri della pandemia di Covid-19, diventa sempre più importante il ruolo dei test diagnostici per il tracciamento dei contatti. Ma la ‘giungla’ di nomi rischia di confondere: il tampone nasofaringeo (test molecolare, test Rt-qPcr) che ci ha accompagnato da marzo, resta ancora l’esame più accurato, ma ha dei tempi di risposta lunghi in relazione al numero dei casi da testare nel caso in cui si renda necessario uno screening su un vasto pubblico. Visto il numero crescente di test per il Sars-Cov-2, arriva una ‘guida’ ad hoc messa a punto da Maurizio Sanguinetti, direttore del Dipartimento Scienze di laboratorio e infettivologiche del Policlinico universitario Gemelli Irccs, ordinario di microbiologia, Università Cattolica del Sacro Cuore campus di Roma e presidente della Società europea di microbiologia clinica e malattie infettive (Escmid).



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube