Cronaca | News

Covid: quando potrebbero scattare le chiusure

10 Ottobre 2020 | Autore:
Covid: quando potrebbero scattare le chiusure

Il Comitato tecnico scientifico stabilisce i possibili scenari futuri in base all’andamento dell’indice dei contagi: dai lockdown locali a quello generale.

Le sorti dell’Italia sono nelle mani del Governo, che in queste ore decide come ci si dovrà comportare, che cosa si potrà fare e che cosa sarà, invece, vietata nei prossimi giorni a causa dell’emergenza Covid. Ma anche nelle mani del Comitato tecnico scientifico, quella sorta di oracolo per il Governo che tiene gli occhi puntati sui numeri della pandemia e che, poi, suggerisce di conseguenza al ministero della Salute.

Il Cts ha stilato un documento riservato, di cui riporta i contenuti questa mattina il quotidiano Il Sole 24 Ore, con i diversi possibili scenari a breve termine in base all’andamento dell’indice dei contagi. Il primo, una sorta di «allerta gialla», è quello in cui ci troviamo oggi, con l’indice Rt (quello che esprime la capacità dei contagi, appunto) di poco sopra l’1 (ora è a 1,06). In questa fase, il virus si ritiene gestibile nelle strutture sanitarie. Ma rende necessaria l’adozione di misure restrittive, come i limiti alle aperture e alle capacità di bar, ristoranti, palestre o altri locali di aggregazione.

Il secondo scenario è quello che corrisponde all’allerta arancione. Con l’indice Rt tra 1,25 e 1,5: gli ospedali rischiano la tenuta e si renderebbero necessari il divieto di spostamento da una regione all’altra, un eventuale blocco delle attività produttive con situazioni particolarmente a rischio e dei lockdown che interesserebbero singole zone per due o tre settimane. La scuola dovrebbe potenziare la didattica a distanza e prevedere l’obbligo di indossare la mascherina anche durante le lezioni.

Infine, lo scenario peggiore, cioè l’allerta rossa con l’Rt sopra 1,5 che comporterebbe una situazione di criticità negli ospedali. Sarebbero inevitabili la chiusura di scuole e università ed il lockdown generale con «estensione e durata da definirsi» in gran parte dell’Italia o in tutto il Paese.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube