Reddito di cittadinanza: ecco le istruzioni per il rinnovo

10 Ottobre 2020 | Autore:
Reddito di cittadinanza: ecco le istruzioni per il rinnovo

Da questo mese, chi è arrivato alla scadenza dei 18 mesi può presentare la domanda per riavere la prestazione. Ci sarà un mese di stop.

Con un messaggio appena pubblicato sul suo sito [1], l’Inps ha spiegato le istruzioni per richiedere il rinnovo del reddito di cittadinanza.

Ad essere interessato in primis è chi ha percepito il primo sussidio nel mese di aprile 2019 e, quindi, è arrivato alla scadenza dei 18 mesi a settembre. Dal mese in corso, può presentare la domanda di rinnovo in modo da riavere la prestazione da novembre. Allo stesso modo, in futuro sarà possibile fare la richiesta il mese successivo a quello della scadenza. Significa che ci sarà sempre un mese di stop all’erogazione tra i primi 18 mesi e gli altri 18 mesi di sussidio, tranne nel caso delle pensioni di cittadinanza.

L’Inps ricorda anche che al momento della presentazione della domanda occorrerà indicare eventuali variazioni della composizione del nucleo familiare. In questo caso, se la modifica avviene durante il periodo di fruizione del sussidio, il limite dei 18 mesi si applica al nuovo nucleo o, eventualmente, ad ogni nucleo che si è formato in seguito alla variazione. Va presentata una nuova domanda con la Dsu, cioè la dichiarazione sostitutiva unica che certifica l’indicatore Isee, nel caso in cui il nucleo si divida in due perché, ad esempio, uno dei figli si è sposato e ne ha formato uno proprio mentre veniva erogata la prestazione. Se questo avviene, ad esempio, dopo i primi 12 mesi, il nucleo vecchio e quello nuovo presentano di nuovo la domanda con al Dsu ed a ciascuno di loro spetta il reddito per i restanti 6 mesi fino alla scadenza dei 18 mesi. Sempre che entrambi ne abbiano i requisiti, ovviamente.

Se, invece, nel nucleo familiare si registrano un decesso o una nuova nascita, non va presentata una nuova domanda: la prestazione viene erogata continuativamente fino alla scadenza dei 18 mesi.


note

[1] Messaggio Inps n. 3627/2020.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube