Fisco: da venerdì partono 9 milioni di cartelle

13 Ottobre 2020 | Autore:
Fisco: da venerdì partono 9 milioni di cartelle

Riprende la notifica degli atti, a partire da quelli relativi a marzo 2020. Al via anche i pignoramenti ed i versamenti degli arretrati.

Si riparte. Da venerdì 16 ottobre e per i prossimi sei mesi, l’Agenzia delle Entrate Riscossione invierà nove milioni di cartelle esattoriali ai contribuenti morosi. Si tratta delle notifiche degli atti datati marzo 2020, cioè di quelle che dovevano essere spedite quando è iniziata la pandemia da Covid in Italia. Nessuna ulteriore proroga, dunque, è prevista nel decreto Agosto, che ieri è stato convertito definitivamente in legge alla Camera con il voto di fiducia e che oggi verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. A nulla sono serviti i tentativi dell’opposizione e di una parte della maggioranza di consentire un altro deferimento.

Da venerdì, dunque, riprendono le notifiche degli atti di riscossione e di accertamento ed i pignoramenti di pensioni e di stipendi in modo graduale, a partire dai debiti con l’Erario, con l’Inps e con gli enti locali relativi al marzo scorso per poi arrivare ai plichi che riguardano i giorni nostri.

La maggior parte degli atti contengono degli importi ridotti: tre su quattro, infatti, sono cartelle con somme fino a 1.000 euro.

Sempre alla fine di questa settimana ripartono i versamenti delle cartelle già notificate e le rateazioni. I pagamenti in sospeso dovranno essere corrisposti entro il 30 novembre, tranne nei casi in cui è stata chiesta e ottenuta l’agevolazione: entro il 10 dicembre, vanno versate le rate bloccate nel corso del 2020 della rottamazione e del saldo e stralcio.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube