Cronaca | News

Coronavirus: l’Europa richiude

14 Ottobre 2020 | Autore:
Coronavirus: l’Europa richiude

Lockdown parziale in Olanda; Francia verso nuove restrizioni; Gran Bretagna in difficoltà; la Germania teme di finire fuori controllo. E l’Europa raccomanda misure omogenee.

Non solo l’Italia: anche gli altri principali Paesi europei sono alle prese con l’aumento dei contagi e stanno iniziando a varare misure restrittive, in alcuni casi anche più severe delle nostre. Secondo gli ultimi dati diffusi ieri dall’Oms, l’Europa ha registrato la più alta incidenza settimanale di casi di Covid dall’inizio della pandemia, con più di 700mila nuovi positivi segnalati. Regno Unito, Francia, Russia e Spagna formano circa la metà dei nuovi contagi.

Il Consiglio europeo ha adottato una raccomandazione sulle limitazioni alla libertà di circolazione ed ai viaggi all’interno dell’Unione, invitando gli Stati membri ad un «approccio coordinato» per evitare frammentazioni nell’adozione delle misure di contenimento. Attualmente, infatti, il quadro delle restrizioni varia da Paese a Paese, senza coordinamento.

Olanda

In Olanda, il primo ministro Rutte ha annunciato il lockdown parziale: bar, ristoranti e i tipici coffee shop chiuderanno per 4 settimane a partire da stasera. Proibiti i gruppi di più di 4 persone sia all’esterno sia nelle abitazioni. In casa, non si potranno ricevere più di 3 persone. Vietata la vendita di alcolici dopo le ore 20 e obbligo di mascherina in tutti i luoghi pubblici chiusi per chi ha più di 13 anni. «Se non funzionerà, ci sarà un lockdown totale», ha ammonito Rutte.

Francia

Anche la Francia si avvia a nuove restrizioni: spunta l’ipotesi di un “coprifuoco” nelle zone maggiormente colpite dal Coronavirus, come Parigi e l’Ile de France. Oggi, si svolgerà il Consiglio di difesa e per stasera è atteso l’intervento televisivo del presidente Macron.

Gran Bretagna

In Gran Bretagna, il premier Boris Johnson è alle strette per aver ignorato il parere degli esperti che suggerivano maggiori restrizioni già 3 settimane fa. Qui, l’impennata dei casi di Covid è particolarmente grave, con oltre 17 mila casi nelle ultime 24 ore, più del triplo rispetto all’Italia, e 143 decessi. Il sindaco di Londra ritiene «inevitabili» nuove restrizioni nei prossimi giorni.

Spagna

La Spagna è uno dei pochi Stati europei a registrare contagi in frenata, ma la comunità di Madrid resta in stato di allarme da venerdì scorso, con 9 municipi in lockdown parziale, inclusa la capitale.

Germania

Con i contagi in netto rialzo, la cancelliera Angela Merkel teme di poter «finire fuori controllo» se le Regioni non adotteranno misure più stringenti. Per questo, ha già favorito la reintroduzione delle restrizioni in alcune città, compresa Berlino, ma assicura che farà «tutto il possibile per mantenere aperte le attività economiche». Il presidente della Baviera prevede un nuovo lockdown nazionale se nella federazione tedesca non ci saranno misure «unitarie, obbligatorie e comprensibili».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube