Covid: la minaccia del lockdown a Natale

14 Ottobre 2020
Covid: la minaccia del lockdown a Natale

L’Italia rischia di blindarsi di nuovo a causa della pandemia a dicembre, sotto le feste, secondo uno dei più noti virologi italiani.

L’incubo del lockdown potrebbe tornare. Per quanto i politici si affannino ad assicurare che non ci sarà un nuovo periodo di chiusura nazionale motivato dal Coronavirus, per alcuni esponenti del mondo scientifico un lockdown potrebbe, invece, servire a tenere a freno la pandemia. A sostenerlo è Andrea Crisanti, direttore del dipartimento di Medicina molecolare dell’università di Padova e del laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’azienda ospedale-università di Padova.

Crisanti è stato intervistato dal canale all news della Rai, Rainews24; è convinto che «un lockdown in Italia durante le feste di Natale potrebbe essere necessario per bloccare la diffusione del Coronavirus e per aumentare l’efficienza del tracciamento dei contagi sul territorio».

Una sfida difficile, quella contro il virus. Crisanti non nasconde i suoi timori. «Sono preoccupato – ha ammesso, durante l’intervista – per la limitata capacità che abbiamo di bloccare la trasmissione del Coronavirus sul territorio. Riusciamo a mettere in quarantena solo il 5% dei positivi».

Il pensiero va anche al numero di ricoveri e decessi che cresce. Ieri, i camici bianchi hanno lanciato l’allarme: per ora, siamo in grado di avere una buona tenuta, ma il sistema sanitario collasserebbe qualora dovesse verificarsi un improvviso aumento esponenziale dei casi. Gli ospedali non potrebbero reggere all’onda d’urto (leggi l’articolo: “Covid, ospedali sotto stress: l’allarme dei medici“).

«Le terapie intensive e i decessi da Covid-19 aumentano sempre con alcune settimane di ritardo rispetto all’aumento dei contagi. Visti i dati, ci aspettiamo quindi un incremento del loro numero nei prossimi giorni». Poi, una frecciatina agli esperti del comitato tecnico scientifico dove, secondo Crisanti, «manca il supporto tecnico del mondo accademico. Le persone che ne fanno parte hanno visto la pandemia solo in televisione e non sul campo».



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube