Covid: i dispositivi di protezione esenti da Iva

15 Ottobre 2020 | Autore:
Covid: i dispositivi di protezione esenti da Iva

Le precisazioni dell’Agenzia delle Entrate sull’esenzione dall’imposta per il 2020 e l’aliquota al 5% per il 2021 per mascherine, disinfettanti o termoscanner.

Iva agevolata ed esenzione dall’imposta per alcuni dispositivi di protezione dal contagio da Covid. L’Agenzia delle Entrate ha appena pubblicato alcune precisazioni in merito che riguardano termoscanner, dispenser per disinfettanti, mascherine riutilizzabili e strumenti per effettuare i test sierologici.

La circolare appena firmata dal direttore dell’Agenzia, Ernesto Maria Ruffini, che richiama il decreto Rilancio, prevede l’esenzione dall’imposta fino al 31 dicembre 2020 e l’aliquota ridotta al 5% a partire dal 2021 per l’acquisto di tutti i termometri per la misurazione della temperatura corporea, inclusi quindi i termoscanner. Secondo le Entrate, infatti, il termine «termometro» comprende tutti gli strumenti «per la misurazione della temperatura corporea». Ecco perché anche i termoscanner rientrano nell’ambito oggettivo di applicazione del regime Iva agevolato.

Rientrano nel beneficio sull’imposta pure le piantane fissate a terra e contenenti dispenser per disinfettanti al pari dei contenitori a muro.

Esenzione dall’imposta anche per le mascherine riutilizzabili, oltre che per quelle chirurgiche e per le Ffp2 e Ffp3 e per i relativi filtri.

Iva agevolata, infine, per i kit o gli strumenti che servono ad eseguire i test sierologici, a condizione che siano classificabili nei codici doganali richiamati dall’Agenzia delle Dogane e Monopoli.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube