Diritto e Fisco | Articoli

Stop al mantenimento del genitore se il figlio ha un proprio patrimonio

8 Dicembre 2013
Stop al mantenimento del genitore se il figlio ha un proprio patrimonio

Non è necessario un lavoro stabile: basta anche una rendita immobiliare; il trasferimento per studio in una sede diversa dal luogo di residenza familiare toglie alla ex il diritto all’assegnazione della casa.

Il genitore non è più tenuto a versare il mantenimento nei confronti del figlio maggiorenne che riesca a vivere grazie a un proprio patrimonio immobiliare. A dirlo è una recente sentenza della Cassazione [1]. Secondo la Corte, la presenza di un patrimonio personale fa venir meno il diritto alla percezione del contributo di sostentamento versato mensilmente dal genitore. In questi casi, infatti, si raggiunge la cosiddetta “indipendenza economica” che è condizione, appunto – secondo giurisprudenza consolidata – per far cessare l’obbligo di mantenimento.

Non quindi solo il lavoro stabile, ma anche una rendita di altro tipo – come appunto quella derivante da beni immobili a uso investimento – potrebbe garantire al figlio maggiorenne una propria autonomia sul piano economico.

In questi casi, tuttavia, il genitore non può autonomamente interrompere il versamento dell’assegno di mantenimento, ma si deve sempre far autorizzare dal giudice, con una sentenza apposita.

Nella stessa sentenza, la Suprema Corte ha ribadito un altro principio ormai stabile nelle aule di tribunali: se il figlio si trasferisce in una sede diversa dal luogo di residenza familiare (per esempio per andare a studiare all’università), il genitore perde il diritto all’assegnazione della casa familiare.


note

[1] Cass. sent. n. 27377 del 6.12.2013.

Autore foto: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube