Diritto e Fisco | Articoli

Le foto dei minori vanno oscurate

8 dicembre 2013


Le foto dei minori vanno oscurate

> Diritto e Fisco Pubblicato il 8 dicembre 2013



I servizi fotografici dei giornalisti devono evitare di inserire immagini dei figli dei personaggi famosi e “vip” o senza che le stesse siano state prima pixellate: violazione della privacy e illecito trattamento dei dati non autorizzato.

Le foto dei minori devono essere sempre oscurate o trattate con software di fotoritocco come la pixellatura o l’ombreggiatura dei caratteri somatici: non si può, infatti, inserire le immagini dei figli all’interno di un servizio giornalistico riguardante i genitori, seppure si tratti di “vip”.

Si ha, in questo caso, un illecito trattamento dei dati personali dei minori, poiché si tratta di informazioni non essenziali rispetto alla cronaca giornalistica.

È quanto emerge da una recente sentenza della Cassazione [1].

La vicenda

La Cassazione ha confermato la condanna, inflitta dal Garante della Privacy, nei confronti di un rotocalco che aveva pubblicato, all’interno di un servizio scandalistico relativo al flirt extraconiugale di un personaggio famoso, anche le foto del figlio. Una condotta che è stata ritenuta, dai giudici, non legittimata dal diritto di cronaca.

Interesse pubblico inesistente

L’interesse pubblico, che connota l’attività della stampa, non prevale rispetto alla privacy dell’interessato quando i dati riguardano profili non decisivi nel servizio giornalistico rispetto al personaggio o alla vicenda. E ciò a maggior ragione quando detti dati attengano a soggetti minori.

Non vale neanche a giustificare la condotta del giornale il fatto che lo stesso interessato aveva, in passato, già posato per qualche settimanale insieme alla famiglia: il consenso prestato in precedenza non comporta una tacita e incondizionata accettazione di qualsiasi successiva pubblicazione ad opera di chiunque. E quando il giornalista cita un minore nel pezzo deve comunque assumersene la responsabilità rispettando i principi della Carta di Treviso.

note

[1] Cass. sent. n. 27381/13 del 6.12.2013.

Autore foto: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI