Coronavirus: medici a Speranza, vogliono licenziarci per critiche su carenza protezioni

16 Ottobre 2020
Coronavirus: medici a Speranza, vogliono licenziarci per critiche su carenza protezioni

Roma, 16 ott. (Adnkronos Salute) – Eroi sì, ma senza la ‘licenza’ di parlare per lamentare, ad esempio, la mancanza di protezioni, come mascherine e guanti, per difendere se stessi e i pazienti dal coronavirus. Meglio, insomma, non parlarne, soprattutto con la stampa, per non incorrere in richiami disciplinari o, addirittura, licenziamenti. Come pure è accaduto a diversi camici bianchi e infermieri. Lo denuncia, in una lettera inviata al ministro della Salute Roberto Speranza, il Gruppo Facebook ‘Coronavirus, Sars-Cov-2 e Covid-19 gruppo per soli medici’, che ad oggi conta quasi 100 mila medici in Italia e all’estero, e che chiede il ritiro dei provvedimenti disciplinari già attuati, la loro abolizione e il reintegro dei medici ed infermieri licenziati.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube