Fisco: ok a detrazione se si paga col bancomat di un altro

20 Ottobre 2020 | Autore:
Fisco: ok a detrazione se si paga col bancomat di un altro

L’essenziale è che la spesa sia sostenuta da chi la porterà in detrazione; non rileva chi è l’intestatario della carta. Lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate.

Via libera alla possibilità di detrarre fiscalmente le spese sostenute anche quando vengono pagate da un’altra persona (un parente o un amico) con il suo bancomat: l’essenziale è che l’onere sia stato effettivamente sostenuto dall’intestatario del documento di spesa. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate [1].

Così se accompagni tua madre anziana da un medico specialista potrai pagare con il tuo bancomat, purché la fattura sia intestata a lei. Infatti, la legge di Bilancio 2020 [2] richiede che la spesa sia stata sostenuta e sia rimasta a carico del contribuente che la porta in detrazione, a prescindere di chi abbia materialmente pagato.

Inoltre, la medesima legge ammette la detrazione, nella maggior parte dei casi, solo se il pagamento è stato eseguito con strumenti tracciabili, come il bonifico bancario, l’assegno, la carta di credito o, appunto, il bancomat. Fanno eccezione, ormai, solo le spese mediche (per l’acquisto di farmaci o dispositivi) e quelle per prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o accreditate dal Ssn.

L’Agenzia chiarisce anche come documentare la circostanza del pagamento effettuato da persona diversa da colui che porterà in detrazione il costo: la corrispondenza tra il pagamento e la spesa sarà dimostrata dalla prova della transazione bancaria (ricevuta del bancomat, estratto conto, ecc.) e dall’annotazione in fattura, o sullo scontrino, rilasciata dal cessionario dei beni o dal prestatore di servizi, delle modalità dell’avvenuto pagamento tracciabile.

Ovviamente, per far quadrare il cerchio e rispettare l’indispensabile requisito che la spesa deve essere sostenuta e rimasta a carico da chi la porterà in detrazione nella propria dichiarazione dei redditi, occorrerà che quest’ultimo provveda a rimborsare chi ha pagato per lui con il suo bancomat. Per approfondire leggi anche “Spese tracciabili per detrazioni: chi deve pagare?“.


note

[1] Agenzia Entrate, risposta a interpello n. 484 del 19 ottobre 2020.

[2] Art. 1, comma 679, Legge 27 dicembre 2019, n.160.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube