Diritto e Fisco | Articoli

Incidente con ragione ma senza patente: l’assicurazione copre?

23 Ottobre 2020
Incidente con ragione ma senza patente: l’assicurazione copre?

Come fare a ottenere il risarcimento del danno dopo uno scontro stradale se uno dei due conducenti non ha la patente con sé.

Cosa succede a chi fa un incidente stradale se proprio in quell’occasione si trova senza patente? Potrebbe essere il caso di chi abbia dimenticato a casa il documento di guida o di chi non l’abbia mai conseguito e ciò nonostante si sia messo al volante di un’auto non propria. Potrebbe trattarsi infine di chi, pur avendo la patente, non l’abbia rinnovata sicché il documento risulti scaduto. 

È fin troppo scontato che, se il soggetto in questione dovesse avere torto, non riceverebbe alcun risarcimento. E questo a prescindere dal possesso o dalla titolarità della patente. L’altro conducente, invece, vanterebbe ugualmente il diritto ad essere risarcito dalla propria assicurazione a cui potrebbe fare ugualmente istanza senza temere un rigetto.

Il dubbio potrebbe invece porsi con riferimento al caso in cui il conducente senza patente sia dalla parte della ragione e, quindi, confidi nella possibilità di vedersi risarcire i danni all’auto e quelli eventuali alla persona. Cosa succede, dunque, in caso di incidente con ragione ma senza patente? L’assicurazione copre? 

La questione è stata sottoposta al giudizio della Cassazione [1]. Partendo proprio da questa pronuncia possiamo tracciare le linee guida della materia. Ma procediamo con ordine.

Guida senza patente: cosa si rischia?

Il primo caso è quello di chi guida senza patente per non aver mai conseguito il titolo o perché lo stesso gli è stato revocato. 

In tal caso, il Codice della strada, a seguito della depenalizzazione avvenuta nel 2016, stabilisce solo una sanzione amministrativa da 5.000 a 30.000 euro. Guidare senza aver mai conseguito la patente, quindi, non è più reato.

Il reato, però, scatta se la stessa persona viene pescata alla guida senza patente una seconda volta nell’arco del biennio. È la cosiddetta recidiva. Solo in questo caso scattano le sanzioni penali.

Guida senza patente (dimenticata a casa): cosa si rischia?

Diverso è il caso di chi ha la patente ma non ne è provvisto al momento in cui si mette alla guida (magari per il fatto di averla dimenticata a casa). In tale ipotesi, scatta una multa da 42 euro. Chi paga nei primi 5 giorni ha uno sconto del 30%. 

Si tratta chiaramente di una sanzione amministrativa e non penale.

Con il verbale, il conducente viene invitato a presentarsi in caserma, di norma nei 30 giorni successivi, per esibire la patente. Se non lo fa, subisce una seconda sanzione amministrativa che va da 431 euro a 1.734 euro. Maggiori dettagli nell’articolo Cosa rischio se guido senza patente?.

Guida senza patente (patente scaduta): cosa si rischia?

Non resta che analizzare il caso di chi si mette alla guida con la patente scaduta. In tale ipotesi, la multa va da 160 euro a 644 euro. Anche qui la sanzione è solo di carattere amministrativo e non penale. 

Alla sanzione consegue anche il ritiro della patente scaduta che viene trattenuta presso il comando di polizia municipale. A partire da quel momento, l’automobilista avrà 10 giorni di tempo per effettuare la visita medica obbligatoria, dopodiché, con il certificato medico, potrà andare dai vigili urbani per riavere indietro la patente che gli era stata ritirata. Maggiori dettagli nell’articolo Cosa rischio se guido con la patente scaduta?.

Guida senza patente: l’assicurazione copre?

L’eventuale violazione del Codice della strada e, quindi, il fatto di ricevere una multa per guida senza patente non ha alcuna ricaduta sul diritto al risarcimento del danno che spetterà comunque. 

Il conducente che guida senza patente, ma con l’assicurazione in regola, ha ugualmente la possibilità di chiedere alla propria assicurazione l’indennizzo sia per i danni al veicolo che per quelli alla persona. L’avvenuta violazione del Codice della strada infatti non riguarda le regole di prudenza e diligenza della guida dei veicoli; dunque, non c’è ragione che questa possa ostacolare il diritto al risarcimento. 

Bisognerà comunque fare una valutazione di opportunità e confrontare l’entità del danno di cui si chiede il risarcimento con l’entità della multa alla quale si potrebbe andare incontro se si dovessero interessare i poliziotti. Questi ultimi infatti, una volta intervenuti, non potrebbero fare a meno di elevare la sanzione amministrativa al responsabile. 

Per come sintetizzato dalla Cassazione, l’assenza della patente o il mancato rinnovo della stessa al momento dell’incidente stradale non esclude la responsabilità dell’altro conducente colpevole per lo scontro o, magari, del Comune per aver lasciato sull’asfalto una buca, una macchia d’olio o un ramo secco. 

L’assenza della patente o la mancanza di rinnovo della patente al momento dell’incidente implica solo una responsabilità amministrativa per come abbiamo detto all’inizio di questo articolo. Tale comportamento, in definitiva, non incide sulla responsabilità per eventuali sinistri stradali. L’assicurazione quindi non potrà evitare di versare i soldi al titolare della polizza rc-auto che sia uscito di casa senza patente o che non l’abbia rinnovata.


note

[1] Cass. sent. n. 9674/20 del 26.05.2020.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube