Diritto e Fisco | Articoli

Quanto è lo stipendio di un apprendista?

26 Dicembre 2020
Quanto è lo stipendio di un apprendista?

Nel nostro ordinamento, esiste un’apposita tipologia di contratto di lavoro per l’inserimento lavorativo dei giovani.

Sei un giovane con meno di 29 anni e ti stai affacciando per la prima volta nel mercato del lavoro. Ti è stato proposto un contratto di apprendistato professionalizzante e vuoi sapere quali tutele ti garantisce questa tipologia contrattuale.

Al fine di favorire l’inserimento lavorativo dei giovani e l’acquisizione delle competenze professionali necessarie a collocarsi nel mercato del lavoro, nel nostro ordinamento, è presente il contratto di apprendistato. Tale tipologia contrattuale è particolarmente conveniente per il datore di lavoro che può contare su una serie di agevolazioni rispetto ad un contratto di lavoro subordinato standard.

Ma quanto è lo stipendio di un apprendista? Come vedremo, la normativa in materia di apprendistato consente al datore di lavoro di sottoinquadrare l’apprendista fino a due livelli rispetto al livello di inquadramento finale che verrà acquisito alla fine del periodo di formazione. Questo determina una riduzione della retribuzione spettante all’apprendista e un conseguente risparmio per il datore di lavoro.

Che cos’è l’apprendistato?

Una delle tipologie contrattuali più utilizzate per inserire i giovani nel mondo del lavoro è il contratto di apprendistato. Si tratta di un contratto a causa mista, lavoro e formazione, nel quale il datore di lavoro, oltre agli obblighi che gli derivano generalmente da un contratto di lavoro subordinato, ha anche l’obbligo di erogare una specifica formazione all’apprendista al fine di fargli acquisire determinate competenze professionali.

Nel nostro ordinamento, ci sono tre tipologie di contratto di apprendistato:

  1. contratto di apprendistato professionalizzante: è lo strumento per consentire ad un giovane lavoratore di acquisire, direttamente sul campo, le competenze professionali di una determinata qualifica;
  2. contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma: è il contratto che viene sottoscritto con gli studenti che devono, nell’ambito del proprio percorso di studi, effettuare anche dei periodi di lavoro;
  3. contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca: riguarda soggetti che hanno terminato un percorso di alta formazione (es. dottorato di ricerca, master).

Cos’è il contratto di apprendistato professionalizzante?

La tipologia contrattuale più utilizzata per l’inserimento lavorativo dei giovani è il contratto di apprendistato professionalizzante. Con questo contratto l’apprendista mira ad acquisire, alla fine del percorso formativo, le competenze professionali tipiche della qualifica di destinazione. L’obiettivo formativo deve essere specificato nel contratto stesso. Se, ad esempio, un giovane che ha frequentato la scuola alberghiera vuole acquisire le competenze professionali della qualifica di cameriere di sala, nel contratto saranno specificati la qualifica ed il livello di inquadramento che il giovane raggiungerà alla fine del periodo formativo.

Il contratto di apprendistato professionalizzante può essere sottoscritto con lavoratori che abbiano un’età compresa tra 18 e 29 anni.

Uno dei requisiti essenziali che il contratto di apprendistato deve rispettare è il libretto formativo e la nomina di un tutore aziendale. Nel libretto formativo, che può essere redatto anche utilizzando gli appositi formulari predisposti dalla contrattazione collettiva, sono indicate le attività formative cui l’apprendista dovrà partecipare per tutta la durata del contratto. Il tutor aziendale è il dipendente dell’azienda che si occuperà di seguire il giovane apprendista e di coordinare tutte le sue attività di formazione.

Quanto dura il contratto di apprendistato?

La legge [1] prevede, per il contratto di apprendistato professionalizzante, una durata compresa tra sei mesi a tre anni. Tuttavia, per alcuni mestieri afferenti al settore dell’artigianato, la durata massima può essere di 5 anni.

Tanto per fare alcuni esempi, è prevista la durata massima di 5 anni nei seguenti settori:

  • orafi-argentieri;
  • odontotecnici;
  • metalmeccanica.

Apprendistato: qual è lo stipendio dell’apprendista?

La legge agevola i datori di lavoro che decidono di assumere i giovani con contratto di apprendistato sotto diversi profili.

Innanzitutto, per quanto concerne il costo aziendale della risorsa, l’apprendista comporta degli oneri economici notevolmente inferiori rispetto ad un lavoratore assunto con contratto di lavoro subordinato standard, posto che la legge prevede un’aliquota contributiva a carico del datore di lavoro fortemente ridotta rispetto all’aliquota standard.

Inoltre, per quanto concerne la retribuzione dell’apprendista, la legge prevede che l’apprendista possa essere inquadrato con un livello fino a 2 volte inferiore rispetto a quello di un collega che svolge le medesime mansioni.

In alternativa, i contratti collettivi possono prevedere un percorso graduale di allineamento della retribuzione dell’apprendista al livello stipendiale previsto per la qualifica che il lavoratore acquisirà alla fine del periodo formativo. In particolare, l’apprendista potrà ricevere inizialmente una percentuale pari al 60% della retribuzione piena per poi acquisire gradualmente una retribuzione pari al 100% dello stipendio pieno, con un innalzamento progressivo a step della percentuale.

In ogni caso, la legge delega alla contrattazione collettiva ampi margini nella disciplina dell’apprendistato.


note

[1] Art. 44, D.lgs. 81/2015.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube