Diritto e Fisco | Articoli

Vietato diffondere o pubblicare le email altrui

12 Dicembre 2013
Vietato diffondere o pubblicare le email altrui

Una persona ha fatto, sul suo profilo Facebook, un copia e incolla di una mia email privata che avevo inviato ad un gruppo iscritto ad una mailing list; lui dice di aver fatto bene, perché la mia mail era pubblica. Posso diffidarlo?

Le email si presumono essere sempre confidenziali e, quindi, riservate. Anche quelle inviate ad un gruppo di persone, come nel caso dei componenti di una mailing list [1], si considerano “segrete” e, quindi, non possono essere diffuse.

Pertanto, chi diffonde o pubblica (magari su una bacheca Facebook) il contenuto di una email altrui commette un reato, previsto e punito dal codice penale [2]. Si tratta del reato di “violazione di corrispondenza”.

Tale condotta, peraltro, lede anche il diritto d’autore di chi ha scritto il testo dell’email [3].

Pertanto, se la corrispondenza ha carattere confidenziale o, comunque, si riferisce alla intimità della vita privata di una persona, è sempre necessario il consenso sia dell’autore che del destinatario della stessa corrispondenza.

Se mancano tali condizioni il testo dell’email non può mai essere “pubblicata, riprodotta o in qualunque modo portata alla conoscenza del pubblico”.

Come già detto, la violazione di tale precetto può comportare un vero e proprio procedimento penale, oltre all’eventuale risarcimento del danno.


note

[1] Trib. Milano sent. n. 8037 del 5.06.2007.

[2] Art. 616 cod. pen.

[3] Art. 93 della legge n. 633/1941.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube