Covid, la Farnesina: non viaggiate all’estero

26 Ottobre 2020
Covid, la Farnesina: non viaggiate all’estero

Sull’homepage del sito del Ministero degli Esteri compare un avviso che sconsiglia di recarsi in altri Stati, se non per ragioni strettamente necessarie.

«La Farnesina raccomanda a tutti i connazionali di evitare viaggi all’estero». È l’avviso che campeggia da oggi sul portale del Ministero degli Esteri. La Farnesina sconsiglia di prendere navi/treni/aerei per destinazioni straniere se il viaggio è rimandabile, in considerazione del dilagare del virus: i nuovi dati dicono che sono stati scoperti più di 17mila nuovi casi in 24 ore.

Come avvenuto per le nuove restrizioni contenute nell’ultimo Dpcm, in vigore dal 25 ottobre, anche stavolta non si parla di un esplicito divieto di mettersi in viaggio, ma solo di una raccomandazione; quindi ci si metta in viaggio solo se c’è una necessità improrogabile.

Il Coronavirus, nella seconda ondata, ha ripreso a circolare a una velocità vertiginosa. La situazione epidemiologica, evidenzia la Farnesina, si è già aggravata: potrebbe aggravarsi ancora. Ciò implica di dover contemplare la possibilità, nel breve periodo, di emanare provvedimenti ancor più severi di quelli attuali.

«Considerato l’alto numero dei contagi in molti Paesi europei, non si possono escludere future ulteriori restrizioni agli spostamenti che rischierebbero di complicare eventuali rientri in Italia – si legge sul sito del Ministero degli Esteri – analoghe problematiche di rimpatrio potrebbero verificarsi, con incidenza ben più grave, in caso di viaggi verso destinazioni extraeuropee».

L’avviso della Farnesina fa anche presente che sul sito viaggiaresicuri.it si può trovare un questionario per verificare la normativa italiana in vigore in merito agli spostamenti da/per l’estero.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube