Superbonus 110%: verso la proroga oltre il 2021

28 Ottobre 2020 | Autore:
Superbonus 110%: verso la proroga oltre il 2021

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: si lavora per prolungare l’agevolazione fino al 2024. Prime stime sulle richieste di cessione del credito.

L’annuncio arriva dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro, durante il Forum Telefisco organizzato dal quotidiano Il Sole 24 Ore: «È estremamente importante e sono fiducioso che il superbonus 110% sia prorogato rispetto all’attuale scadenza di fine 2021. Solo in questo modo potremo cogliere tutte le potenzialità che l’incentivo offre, con il duplice obiettivo di rafforzare la crescita economica e di rendere il nostro Paese più sostenibile».

La proroga, che secondo i calcoli del ministero dello Sviluppo Economico costerebbe circa 30 miliardi, potrebbe essere finanziata dal Recovery Fund.

Una proroga che arriverebbe, secondo Fraccaro, fino al 2024, visto che in Parlamento è stata votata una risoluzione per impegnare il Governo in tal senso. Ma anche – aggiunge il sottosegretario – perché «sono tutti gli operatori del settore a chiederlo e la società civile che deve usarlo».

E proprio la società civile comincia a dare i primi segnali di quanto sia interessata ai bonus casa. A nemmeno due settimane dall’apertura della piattaforma per la cessione dei crediti, ci sono già circa 2.000 richieste, secondo il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini. Il compito dell’Agenzia, ha ricordato Ruffini, sarà quello di incrociare i dati già in suo possesso con quelli degli altri attori della procedura. Ci saranno delle verifiche, ad esempio, sui visti di conformità necessari per ottenere il superbonus, così come sulle asseverazioni rilasciate dai tecnici abilitati, sul rispetto dei limiti di spesa e su altri requisiti.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube