Cronaca | News

Covid: dove andare al ristorante dopo le 18

28 Ottobre 2020 | Autore:
Covid: dove andare al ristorante dopo le 18

Locali aperti in qualche Regione a statuto speciale: l’autonomia consente di trasgredire al Dpcm del Governo. Già, fioccano le prenotazioni per Ognissanti.

C’è un solo posto in Italia dov’è possibile sedersi al tavolo di un ristorante dopo le 18. Addirittura per una particolare ricorrenza, come nel caso di una coppia che ha festeggiato i suoi 25 anni di matrimonio. Quel posto è il Trentino-Alto Adige. Scomodo da raggiungere per chi abita in Puglia o in Campania, certo. Ma già meta di veneti, lombardi, perfino di austriaci che non vogliono rinunciare ad un piatto di canederli o a qualche fetta di speck prima che un eventuale lockdown generale costringa tutti a cucinarsi la cena a casa.

Quello che può sembrare un semplice aneddoto, in realtà sta sollevando un polverone. Non deve essere facile per un ristoratore di Verona vedere che i suoi clienti salgono in macchina e vanno a mangiare la sera a Bolzano o a Trento, anziché nel suo locale, costretto alla chiusura come quelli del resto d’Italia dall’ultimo Dpcm di Conte.

Tutta colpa – o merito – dell’autonomia di cui godono le province di Trento e di Bolzano. Che, poi, è la stessa della Sicilia, della Sardegna, del Friuli-Venezia-Giulia e della Valle d’Aosta. Dove, almeno per ora, nessuno ha dato segnali di trasgressione al provvedimento del Governo centrale. «Reperiamo gran parte del nuovo Dpcm nazionale con alcuni adattamenti alla realtà locale – aveva spiegato il presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher – in virtù dei margini di manovra che ci sono concessi dalla nostra autonomia e dalla legge provinciale sulla fase 2 dello scorso maggio».

Pensiero condiviso da alcuni ristoratori locali, che dicono: l’errore è quello di avere chiuso nel resto d’Italia, non di consentire a noi di aprire. Ma non da chi vede andar via i propri clienti: per loro, si tratta di concorrenza sleale.

Fioccano intanto le prenotazioni per la festa di Ognissanti nei ristoranti altoatesini, dove nessuno si sente in colpa per fare quello che ha sempre fatto: lavorare.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube