HOME Articoli

Miscellanea e-commerce con Babbo Natale: occhio agli sconti. Come tutelarsi

Miscellanea Pubblicato il 13 dicembre 2013

Articolo di




> Miscellanea Pubblicato il 13 dicembre 2013

Acquisti su internet per il Natale: a fronte di un mercato in continua crescita è bene conoscere le tutele dell’acquirente e i sistemi per non cadere in piccole frodi commerciali.

 

Arriva la vigilia e Babbo Natale è diventato sempre più telematico. La classica corsa ai regali quest’anno sarà più virtuale. Sì, perché gli acquisti si faranno soprattutto online. Oltre 15 milioni di italiani utilizzeranno il web per fare i regali di Natale, utilizzando le piattaforme di mobile commerce dal proprio smartphone. A rilevarlo è una ricerca Tns-eBay sulla spesa prevista per le festività.

I numerosi marketplace su mobile consentono oggi di fare acquisti in completa mobilità attraverso smartphone e tablet. In Italia, un utente internet su 3 si connette abitualmente con il proprio dispositivo mobile; di questi, il 20% ha usato lo smartphone o il tablet per acquistare online negli ultimi 3 mesi.

eBay ha creato una sezione completamente dedicata al Natale dove ognuno può trarre la giusta ispirazione e godersi lo shopping natalizio in qualsiasi momento della giornata e da qualsiasi luogo. Spese di spedizione gratuite e sconti fino al 50% dal 12 al 15 e dal 19 al 22 dicembre.

Lo stesso sta facendo anche Groupon, raccogliendo tutte le migliori offerte per il Natale in una sezione dedicata.

Occhio ai super sconti

E in questa giungla di offerte natalizie è opportuno muoversi con molta attenzione. Troppo spesso ci si lascia abbindolare da prodotti super scontati messi in vendita da negozi virtuali che, una volta presi i soldi, scompaiono in pochi giorni. Non bisogna mai avere fretta nell’acquisto e prima di pagare conviene sempre raccogliere un po’ di informazioni sul venditore, consultando sui vari blog anche le esperienze di altri consumatori. E poi è consigliabile sempre avere sul proprio computer o device mobile un buon antivirus, verificare che il browser sia sempre aggiornato all’ultima versione e controllare che il sito su cui si sta navigando sia protetto dal certificato di sicurezza SSL (per capirlo, basta vedere se c’è l’icona a forma di lucchetto sulla barra dell’indirizzo del sito, prima di www.).

Consigli pratici

Studiare” bene prima di comprare. E leggere attentamente le modalità, i costi e i tempi di consegna, oltre ovviamente alle condizioni legali che tutelano il consumatore: sono queste le regole base per un e-commerce in tranquillità.

Cosa fare se non si è soddisfatti dell’acquisto

A norma di legge, il consumatore ha 10 giorni di tempo per potersi avvalere del diritto di recesso e ottenere il rimborso.

In particolare, il Codice del consumo consente di esercitare, anche senza fornire alcuna giustificazione, il diritto di recesso nel termine di 10 giorni lavorativi. Questi decorrono o dal ricevimento della merce oppure dalla conclusione del contratto se si tratta di servizi e non di beni. Il consumatore per recedere deve comunicare al venditore il recesso mediante una raccomandata AR, e se lo fa tramite un telegramma o una comunicazione di posta elettronica deve darne conferma entro 48 ore con la raccomandata. La merce in questo caso va restituita, attraverso la consegna all’ufficio postale o al corriere, entro il termine indicato nel contratto che non potrà mai essere inferiore a dieci giorni.

Ci sono riveditori come Yoox.com che inviano, oltre al prodotto acquistato, una seconda scatola da utilizzare nel caso in cui si voglia rispedire la merce al mittente. È un servizio che aiuta nella fidelizzazione del cliente, andando a penalizzare quei brand meno strutturati e che fanno del prezzo più basso il proprio cavallo di battaglia.

Se il negozio virtuale scompare

Capita che, a volte, si acquisti un prodotto online per poi non ricevere mai la merce. Si tratta di negozi online che aprono solo per pochi giorni, mostrando prezzi molto accattivanti, ma poi scompaiono. E la gente abbocca.

Queste trappole possono essere evitate. Prima di ogni acquisto è sempre buona norma raccogliere qualche informazione in più sul venditore. Internet è piena di feedback sugli e-store.

Se ci si trova di fronte a un brand meno conosciuto è consigliabile cercare un po’ di info attraverso la rete e fare delle ricerche sui social e sui blog, anche per avere una visione delle esperienze di altri consumatori.

Inoltre, per evitare di finire nella rete del phishing, mai collegarsi a un negozio online tramite un link ricevuto via mail. Meglio digitare personalmente l’indirizzo web.

 

note

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI