HOME Articoli

Lo sai che? Ritorna il bonus mobili: agevolazioni fiscali per gli acquisti

Lo sai che? Pubblicato il 13 dicembre 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 13 dicembre 2013

Frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, stufe elettriche e forni a microonde: gli acquisti saranno agevolabili grazie alla proroga dei benefici fiscali.

Anche quest’anno spetteranno diversi bonus a chi ristrutturerà la casa. Sono infatti previste non solo proroghe ai vecchi benefici, ma anche vere e proprie novità.

In primo luogo è confermata la detrazione del 50% per le spese relative alle ristrutturazioni sostenute nel 2013 (per maggiori informazioni leggi: “Detrazioni su ristrutturazioni dell’abitazione: tutto ciò che c’è da sapere”).

Solo per coloro che fruiranno di tale bonus (e che quindi stanno compiendo ristrutturazioni all’interno del proprio appartamento) spetta l’ulteriore detrazione del 50% sulle spese sostenute dal 6 giugno al 31 dicembre 2013 per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché per i forni e le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, purché finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

La data di inizio dei lavori deve essere anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per i mobili, ma non è necessario che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima. I mobili devono essere nuovi, così come gli elettrodomestici.

Sono agevolabili tra gli altri gli acquisti di frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, stufe elettriche, forni a microonde, e sono comprese le spese di trasporto e montaggio.

Il nuovo bonus mobili spetta nella misura del 50% su un ammontare massimo di 10mila euro e va ripartito in dieci anni. Questo limite di spesa è riferito alla singola unità immobiliare, comprensiva delle pertinenze, o alla parte comune dell’edificio oggetto di ristrutturazione, a prescindere dal numero dei contribuenti che partecipano alla spesa.

Il relativo pagamento deve essere effettuato mediante bonifico bancario o postale, seguendo le stesse regole previste per le altre agevolazioni, oppure tramite carte di credito o di debito (vale il giorno di utilizzo della carta evidenziata nella ricevuta della transazione).

Non sono consentiti invece altri mezzi di pagamento, come assegni e contanti.

È stata, infine, prorogata a tutto il 2013 la detrazione per le spese finalizzate al risparmio energetico. La misura del bonus è pari al 65% (prima era al 55%) per i pagamenti effettuati dal 6 giugno al 31 dicembre 2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI