Diritto e Fisco | Articoli

Nel cortile del condominio si parcheggia consentendo il passaggio a tutti

28 Dicembre 2013
Nel cortile del condominio si parcheggia consentendo il passaggio a tutti

Illegittimo il parcheggio nel cortile in comproprietà se impedisce il passaggio nei garage di uno dei condomini; non si può ostacolare l’uso di un bene comune attraverso la presenza di veicoli in sosta.

Anche se il cortile è in comproprietà, ciò non giustifica che i condomini possano parcheggiare come meglio credono. Infatti ciascun comproprietario deve sempre consentire l’uso comune del bene anche agli altri condomini.

In forza di tale principio, la Cassazione [1] ricorda a tutti che è illegittimo parcheggiare nel cortile in comproprietà se ciò impedisce il passaggio ai garage o ai vani ad anche uno solo degli altri condomini.

Pertanto, se il cortile – tanto per fare un esempio (che poi è il caso concreto portato al vaglio della Suprema Corte) – non si presta, per sua natura, al parcheggio di autovetture, ma solo a dare luce e aria agli immobili circostanti, al passaggio delle persone e al transito dei veicoli diretti nelle rimesse, non si può ostacolare tale uso con la presenza di veicoli in sosta.

Il che non vuol dire che se il cortile è invece destinato al parcheggio ciò consenta il parcheggio in modo arbitrario. Un’altra sentenza della Cassazione [2], infatti, di qualche mese fa ha addirittura chiarito che, se il proprietario lascia l’auto in modo da impedire l’ingresso o l’uscita dal garage a un altro automobilista, questi può essere querelato per il reato di violenza privata.


note

[1] Cass. sent. n. 27940 del 13.12.2013.

[2] Cass. sent. n. 28487/13; cfr. anche Cass. sent. n. 7592/11.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube