HOME Articoli

Lo sai che? Sì alla confisca dell’auto cointestata se il reato lo ha commesso il conducente soltanto

Lo sai che? Pubblicato il 16 dicembre 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 16 dicembre 2013

La comproprietà del veicolo con un terzo estraneo al reato di guida in stato di ebbrezza non impedisce la possibilità del sequestro per intero del mezzo.

Inutile cointestare una vettura a due soggetti per sottrarsi a eventuali confische. L’altro ieri, infatti, la Cassazione [1] ha detto che può essere disposta la confisca dell’automobile in comproprietà con un terzo soggetto se il conducente ha subìto il procedimento penale per guida in stato di ebbrezza (e ciò anche se questi ha patteggiato la pena).

Secondo la Suprema Corte, solo nel caso in cui il veicolo con cui è stato commesso il reato appartenga in via esclusiva a una persona estranea al reato non si può procedere alla confisca; al contrario, se vi è comproprietà, la misura scatta ugualmente.

La confisca [2] è una sanzione amministrativa accessoria; è quindi legittimo il sequestro, per intero, di un veicolo, con cui è stato commesso il reato, in vista della confisca della quota appartenente all’indagato/imputato.

Per la Cassazione, il veicolo col quale è stato commesso il reato contestato, non è un “oggetto” tale da non potere restare in circolazione, prescindendo dal soggetto che ne aveva la disponibilità, ma un “oggetto” da considerarsi pericoloso solo in relazione a quel soggetto trovato in grave stato di ebbrezza, a cui ne deve essere sottratta la disponibilità.

In pratica, è legittimo il sequestro per intero del mezzo, anche se la misura ingloba la quota appartenente al trasgressore al quale va tolta la disponibilità di ogni mezzo.

note

[1] Cass. sent. n. 47480 del 29.11.2013.

[2] Art. 186 cod. str.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI