Diritto e Fisco | Articoli

Si può installare una tv in auto?

1 Novembre 2020
Si può installare una tv in auto?

Guardare la televisione in macchina è vietato? Si può montare un display davanti ai sedili anteriori? 

Cosa potresti rischiare se la polizia scoprisse che hai installato una televisione in auto? Se mentre guidi dai uno sguardo fugace allo schermo montato vicino al sedile del passeggero, al quale hai collegato un lettore dvd o uno smartphone, saresti passibile di una multa? E che succede se, invece, attacchi un tablet o un notebook sulla plancia dei comandi in modo da vedere, grazie a una connessione Internet, le tue serie preferite proprio mentre sei bloccato nel traffico? In altri termini, si può installare una tv in auto?

Come vedremo a breve, una cosa è l’installazione della tv in auto, ritenuta lecita; un’altra, invece, è guardare la tv mentre l’auto è in movimento, almeno per il conducente: attività questa ritenuta, invece, illecita.

Cerchiamo allora di fare il punto della situazione. 

Guardare la televisione in auto: cosa dice la legge?

Il Codice della strada non ha mai previsto una norma apposita che disciplini l’uso degli apparecchi tv in auto; tuttavia, è possibile ricavare una risposta al nostro quesito dall’interpretazione delle disposizioni attualmente in vigore. 

In particolare, esiste l’articolo 173, comma 2 del Codice della strada, norma già ben nota per il fatto di vietare l’utilizzo dei cellulari alla guida. 

A ben vedere, però, la disposizione ha un contenuto molto più ampio di quanto a prima vista non sembri. Essa stabilisce infatti il divieto per il conducente «di far uso, durante la marcia, di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore […]». È tuttavia consentito «l’uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare» purché il conducente conservi una «adeguata capacità uditiva ad entrambe le orecchie che non richiedono per il loro funzionamento l’uso delle mani». La violazione di tali obblighi comporta una multa da 165 a 661 euro. 

La norma lascia chiaramente intendere che l’autista non può distrarsi né col cellulare, né con dispositivi simili, dovendo tenere le mani strette sul volante e non potendo sottrarre la vista dalla strada per molto tempo, neanche per consultare le mappe o cercare un indirizzo nella rubrica telefonica. 

Esiste poi l’articolo 141, comma 2, del Codice della strada a norma del quale il conducente è tenuto a «conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza». 

Anche in questo caso, la norma è un chiaro monito a non distrarsi neanche per un secondo: il conducente deve tenere gli occhi puntati sulla carreggiata in modo da poter frenare o sterzare laddove ve ne sia bisogno. 

Dal combinato disposto di queste due norme è possibile argomentare l’esistenza di un generale divieto di guardare la televisione mentre si guida. 

Il verbale e il ricorso

Se il vigile, nel compilare il verbale, non dovesse specificare correttamente la norma che si intende violata, il verbale sarebbe illegittimo. Non basterebbe pertanto riportare nel verbale che l’automobilista ha installato una televisione perché, come detto, questo comportamento in sé per sé non è esplicitamente vietato. Il pubblico ufficiale dovrà invece specificare gli articoli del Codice della strada violati e un errore nella formulazione di questi aprirebbe le porte a un facile ricorso al giudice. 

Quando installare una televisione in auto è lecito

Se è vero che l’autista non si può distrarre mentre guida, nulla gli vieta di farlo mentre l’auto è ferma. Il che significa che ben potrebbe parlare al cellulare o aprire uno schermo tv se il veicolo non sta circolando. Alla circolazione sono equiparate tutte quelle situazioni in cui l’auto è momentaneamente ferma sulla strada come potrebbe succedere al semaforo o al casello. Dunque, affinché il conducente sia libero di guardare la Tv in auto è necessario che il motore sia spento e la macchina si trovi parcheggiata.

Questo induce a ritenere che il fatto di installare una televisione non sia in sé per sé illegale, ma lo è il fatto di vederla mentre si guida. Quindi, nulla potrebbe fare un poliziotto che si accorga di un tablet o di uno schermo tv sulla plancia comandi se questo poi è spento.

I passeggeri possono guardare la tv in auto?

Si può invece installare una tv a beneficio dei passeggeri allocati nei sedili posteriori dell’auto, attaccando lo schermo magari al poggiatesta del conducente o su quello al suo lato. In tal caso, non c’è nessun divieto neanche se l’auto è in movimento. 

A ben vedere, anche il passeggero posto sul lato destro del conducente è libero di guardare la televisione mentre il veicolo sta circolando. 

L’unica raccomandazione per gli altri occupanti dell’auto consiste nel tenere il volume a livelli accettabili per non distrarre il guidatore. 

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube