Diritto e Fisco | Articoli

Un’associazione di promozione sociale deve avere una sede operativa?

7 Novembre 2020
Un’associazione di promozione sociale deve avere una sede operativa?

Presiedo un’associazione di promozione sociale. Devo necessariamente disporre di una sede operativa oltre alla sede legale?

Le associazioni di promozione sociale sono oggi disciplinate dal cosiddetto Codice del Terzo Settore (cioè dal decreto legislativo n. 117 del 3 luglio 2017).

Questo decreto, all’articolo 21, stabilisce il contenuto dell’atto costitutivo delle associazioni del Terzo Settore (comprese le associazioni di promozione sociale) e fra gli elementi che la legge impone di indicare non c’è la o le sedi operative dell’associazione (c’è invece, ovviamente, la sede legale).

Se, però, l’associazione di promozione sociale decide ugualmente di inserire nel proprio atto costitutivo o statuto una o più sedi secondarie e, poi, in un momento successivo decide di sopprimerle, dovrà procedere mediante una modificazione dell’atto costitutivo o dello statuto secondo quello che dispone l’articolo 22, comma 6, del decreto legislativo n. 117 del 2017.

Quindi, riassumendo: non c’è alcun obbligo per un’associazione di promozione sociale di inserire fin dall’origine una o più sedi operative nell’atto costitutivo e/o nello statuto, ma se nell’atto costitutivo o nello statuto si decide ugualmente di inserire una o più sedi operative, si dovrà poi modificare atto costitutivo e/o statuto se si decidesse in seguito di sopprimerle.

Fatta questa premessa generale, occorre però aggiungere un dato fondamentale.

L’articolo 35 del decreto n. 117 del 2017 stabilisce che le associazioni di promozione sociale svolgono una o più attività fra quelle indicate nell’articolo 5 dello stesso decreto n. 117 mentre l’articolo 21, sempre del decreto n. 117, impone di indicare nell’atto costitutivo oltre alle finalità perseguite anche le attività di interesse generale che costituiscono l’oggetto sociale.

Questo vuol dire che se ad esempio un’associazione di promozione sociale svolge, in base alle indicazioni contenute nell’atto costitutivo, attività di organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche o qualunque altra attività che richiede necessariamente la disponibilità di una sede operativa, è chiaro che se poi la sede operativa fosse soppressa questo comporterebbe:

  • lo scioglimento dell’associazione stessa deliberato dall’assemblea dell’associazione (a meno che non si decida di modificare l’attività sociale) poiché non ci sarebbe più la possibilità di perseguire lo scopo sociale (senza sede operativa, infatti, un’aps che svolge ad esempio attività di organizzazione e gestione di attività sportive o altra attività che richiede la disponibilità di sedi operative non può più perseguire il proprio scopo e finalità);
  • possibili sanzioni da parte dell’autorità preposta ai controlli sugli enti del terzo settore (infatti in base all’articolo 93 del decreto n. 117 del 2017 l’ufficio del Registro unico nazionale del terzo settore accerta anche se gli enti del terzo settore possano perseguire le finalità indicate nell’atto costitutivo e se sussistano e permangano i requisiti per l’iscrizione al Registro unico nazionale).

Chiaramente, e concludo, se l’aps per la quale lei ha posto il quesito svolge un’attività per la quale non è necessario disporre di una sede operativa, allora la soppressione della sede operativa (anche se prevista nell’atto costitutivo) non avrà conseguenze considerato che l’aps potrà continuare a svolgere la propria attività e, perciò, non ci sarà né il pericolo di uno scioglimento deliberato dall’assemblea, né sanzioni da parte dell’organismo di controllo degli enti del Terzo Settore.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube