Diritto e Fisco | Articoli

Unico Pf 2014: tutte le novità sulle detrazioni, affitti, terreni e fabbricati

16 dicembre 2013


Unico Pf 2014: tutte le novità sulle detrazioni, affitti, terreni e fabbricati

> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 dicembre 2013



Dichiarazione dei redditi: ecco le bozze dei modelli 2014 per le persone fisiche; in Unico sconti più alti per i figli; le detrazioni passano, a seconda dell’età, da 800 a 950 e da 900 a 1.220 euro.

 

La bozza della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche per il 2013, Unico Pf 2014, pubblicata ieri nel sito internet dell’Agenzia delle Entrate, recepisce tutte le ultime novità fiscali in vigore dal 2013, tranne quelle che verranno introdotte dalla legge di stabilità 2014, approvata dal Senato e in corso di discussione in commissione bilancio della Camera.

Figli a carico

Tra le novità del modello Unico Pf 2014 vi è  l’aumento delle detrazioni dall’Irpef per i figli a carico, passate da 800 euro a 950 euro per ciascun figlio di età pari o superiore a tre anni e da 900 a 1220 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni.

Anche l’importo aggiuntivo della detrazione per ogni figlio disabile, dal 2013 è aumentato da 220 a 400 euro.

Donazioni

Aumenta la detrazione Irpef riservata alle erogazioni liberali a favore delle Onlus e dei partiti politici, passata dal 19% al 24% (codici 41 e 42, da utilizzare nei righi da RP8 a RP14).

Si dovrà utilizzare il codice 35, invece, per detrarre dal 2013 il 19% delle erogazioni liberali in denaro destinate al fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato.

Affitti

Per i contratti di locazione a canone concordato, dal 2013 è stata ridotta dal 19% al 15% la percentuale della cedolare secca (codici 8 o 12 della colonna “utilizzo” del quadro RP).

Per chi non sceglie l’imposta piatta, invece, dal 2013 è stata ridotta la percentuale della deduzione forfettaria dei canoni di locazione da dichiarare, che è passata dal 15% al 5%.

Terreni e fabbricati

Da quest’anno, i redditi dominicali e agrari dei terreni dovranno essere indicati, senza alcuna rivalutazione, nelle colonne 1 e 3 del quadro RA, quindi, si utilizzeranno le regole già applicate da tempo per la compilazione dello stesso quadro nel modello 730.

Si dovrà prestare attenzione, pertanto, a non ricopiare gli stessi dati indicati nel modello Unico PF 2013, dove lo scorso anno i redditi dominicali e agrari erano indicati con la rivalutazione, rispettivamente dell’80% e del 70 per cento.

Anche per i fabbricati, da quest’anno la rendita catastale va indicata nella colonna 1 dei righi da RB1 a RB6 senza operare alcuna rivalutazione (come già accade per i 730).

Nel calcolare la base imponibile dei terreni, poi, va ricordato che per il triennio dal 2013 al 2015, ai fini delle imposte dirette, è previsto un incremento della rivalutazione del reddito dominicale e agrario del 15% oppure del 5% per i terreni agricoli e per quelli non coltivati, posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.

note

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI