Diritto e Fisco | Articoli

Diritto d’autore: necessaria autorizzazione per biografia romanzata?

7 Novembre 2020
Diritto d’autore: necessaria autorizzazione per biografia romanzata?

Vorrei realizzare un libro illustrato su alcuni personaggi famosi, da destinare alla pubblicazione con una casa editrice da definire. Racconterò la loro storia in modo personale e realizzerò illustrazioni originali che conterranno alcune delle loro opere. Per le illustrazioni mi ispirerò naturalmente alle fotografie che ritraggono i due artisti e le loro opere, ma non includerò loro fotografie e immagini di opere originali nel libro. Il mio progetto potrebbe creare problemi di copyright?

Il mondo della biografia non è dettagliatamente normatizzato, in quanto ci si limita a vietare racconti che possano inficiare la riservatezza, o la dignità del protagonista del libro.

A parer mio, un libro che racconta in modo personale e con illustrazioni originali, la figura di due grandi personaggi non può essere oggetto di limitazioni, né di autorizzazioni condizionanti.

Si tratterebbe, a tutti gli effetti, di una biografia romanzata, dove l’autore, in modo creativo e originale, decide di raccontare ai suoi lettori le opere e gli aneddoti, comunque di dominio pubblico, di personaggi famosi secondo il suo punto di vista, e il suo orientamento critico.

Nello specifico, sarebbe una creazione artistica, finalizzata ad omaggiare due grandi artisti; l’unico limite che incontra tale attività riguarda il divieto di gratuita denigrazione, o di lesione dell’altrui dignità.

Una volta che viene tutelato il diritto alla reputazione e all’onore, a parere di chi scrive, non è necessario, quindi, ottenere alcuna autorizzazione.

Tuttavia, potrebbe essere utile inviare una comunicazione agli eredi dei personaggi, rappresentando le proprie intenzioni: un breve sunto su quello che tratterà il Suo libro, con l’eventuale richiesta di voler partecipare alla prefazione dell’opera, per raccontare brevemente qualche aneddoto che descriva il parente.

In questo modo, li si renderebbe partecipi dell’opera o, comunque, si comunicherebbe loro la Sua intenzione di rendere omaggio alle figure dei due personaggi.

Infatti, per quanto non ci siano gli estremi di una violazione del copyright, ciò non toglie che i diretti interessati possano creare problemi di tipo giudiziario (nel Suo caso, ripeto, non ne individuo il motivo), magari con qualche pretesa economica.

Questo non significherebbe che Lei debba esser chiamato a rispondere in termini risarcitori, ma sarebbe comunque costretto ad essere difeso in giudizio da un legale, con conseguenti esborsi economici di spese legali e perdite di tempo, oltre che stress emotivo.

Pertanto, l’operazione di coinvolgimento potrebbe essere utile a dirimere all’origine eventuali iniziative di questo tipo, magari provocate da qualche familiare avido, non interessato alla figura del parente omaggiato, ma solo a ricavare profitto da quel vincolo di parentela.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avvocato Salvatore Cirilla



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube